Archivio Categorie: Gullino World

Gullino is 100% green

Gullino-il-green-che-fa-innamorare

 In un periodo storico in cui l’attenzione dell’ambiente è diventata un valore riconosciuto dai consumatori, sempre più sensibili alle tematiche ambientali nel momento delle scelte di acquisto, la nostra azienda ha voluto operare una scelta responsabile, manifestando concretamente l’impegno nei confronti della natura. Per questo motivi a partire dal 2016 abbiamo sottoscritto con il nostro partner energetico “eVISO – Energie del Monviso” la fornitura di elettricità “100% rinnovabile” con la certificazione d’Origine. La Garanzia di Origine è una certificazione elettronica che attesta l’origine “100% rinnovabile” dell’energia prodotta utilizzando fonti “pulite” quali acqua, vento e sole.

Il nostro è un passo in avanti verso una cultura sempre più consapevole nell’utilizzo delle risorse energetiche, una scelta etica, che ha l’indubbio merito di contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti.

certificato

At a time when the attention of the environment has become a value recognized by consumers, increasingly sensitive to environmental issues at the time of purchasing choices, our company wanted to make a responsible choice, concretely demonstrating its commitment to of nature. For this reason from 2016 we have signed with our energy partners “eVISO – Viso Energy” electricity supply “100% renewable” with certification of Origin. Guarantee of Origin is an electronic certification confirming origin “100% renewable” energy produced using “clean” sources such as water, wind and sun.

Ours is a step towards a more conscious culture in the use of energy resources, an ethical choice, which has the undoubted merit of contributing to the reduction of pollutant emissions.

Gustoso e rinfrescante: il kiwi per la food blogger Mary Chiaie

gullino
Siamo andati ad intervista Mary Chiaie, la food blogger che anima il nostro blog con fantastiche ricetta a base di kiwi. In questa chiacchierata Mary ci racconta la sua passione per la cucina e per il kiwi. Da leggere.
Maria quando hai scoperto la tua passione per la cucina? All’età di 8 anni cucinavo la mia prima gordon bleu con la fettina di vitello, il prosciutto cotto e la sottiletta. Ben presto capii di voler trasgredire quella cucina tradizionale e povera (ma molto gustosa) della mia mamma, reinterpretandola in chiave moderna senza mai dimenticare le origini del prodotto ed il suo scenario culinario.
12465889_10201202306975934_9157395386369592377_o
Cosa ti piace cucinare? Adoro cucinare tutto, preferisco pasta e risotti. Un po’ meno i dolci classici che necessitano di precisione. La mia cucina è soprattutto inventiva e molto spesso non debbo pesare nulla, vado d’occhio!
Quali sono i pregi e i difetti di questa passione? Tra i pregi posso esaltare certamente l’armonia e tranquillità che cucinare mi trasmette. Tra i difetti c’è semplicemente quell’amarezza connessa alla consapevolezza di non sapere tutto della cucina, un mondo di conoscenze in continua evoluzione.
12469353_10201202306495922_6965296491988531004_o
 
Cosa ci puoi dire del kiwi? Il kiwi, un frutto che adoro per il suo sapore gustoso e rinfrescante. In cucina non è semplice sfruttare a pieno questo ingrediente. Difatti lo considero tra quegli ingredienti cosiddetti ostici, che ti portano a sperimentare ed a studiare le caratteristiche organolettiche e proprietà nutritive affinché si rispettino al meglio il grado di acidità, dolcezza, sapidità che ogni piatto deve contenere.
Che consiglio daresti a chi vuole cucinare inserendo questo salutare ingrediente?
Utilizzarlo più possibile a crudo, aggiungerlo solo a fine cottura di piatti caldi come pasta o risotti, in modo da non perdere (con la cottura) tante proprietà e vitamine. Nei piatti freddi, come insalate, dolci, invece, è tutto più semplice.
12493962_10201202314496122_3483798861659189950_o
Come definiresti il kiwi? Ci dai 3 aggettivi? Acidulo, acquoso, iposodico! Un mix perfetto per una linea perfetta!

Gullino to Fruit Logistica

fruit

Gullino Group partecipates to Fruit Logistica 2016.

Gullino_stand (1)

FRUIT LOGISTICA covers every single sector of the fresh produce business and provides a complete picture of the latest innovations, products and services at every link in the international supply chain. It thus offers superb networking and contact opportunities to the key decision-makers in every sector of the industry.

12669826_10201265659519708_600046442_o 12669878_10201265659599710_1935204914_o 12669835_10201265659639711_1744189450_o

From 3 – 5 February 2016 some 2,700 companies from across the entire fresh produce sector – from global players to small and medium-sized companies and organisations from all over the world – will again be present in Berlin. The entire spectrum of the fresh fruit and vegetable sector:

  • Fresh fruit and vegetables
  • Dried fruit and nuts
  • Packaging and labelling
  • Transport and logistical systems
  • Produce handling and storage
  • Press and media
  • Computer and internet solutions
  • Cultivation systems

 

fruit-logistica-gullini

Discovered more: http://goo.gl/z34YfU

Prevenire i malanni invernali con la Vitamina C

a

Con l’arrivo della stagione invernale è necessario dare al proprio corpo un aiuto contro i malanni. Ci sono degli alimenti che naturalmente assolvono a questa funzione. Tra questi c’è il kiwi.

grafiche-per-post-3

Nello specifico grazie alla vitamina C, vitamina insostituibile per il nostro sistema immunitario, il Kiwi Gullino è un alimento antiossidante e anti-influenzale davvero sorprendente.

Seguono i seguenti alimenti: Aglio e cipolla crudi, Salmone, Tè nero e verde, Yogurt, Mandorle, Curcuma, Verdura a foglia verde, Ostriche e Legumi.

aa

With the winter season you need to give your body a help against illness. There are foods that naturally fulfill this function. Among them is the kiwi.

Specifically, thanks to vitamin C, vitamin indispensable for our immune system, the Kiwi is a Gullino antioxidant and anti-flu really surprising.

Follow the following foods: Garlic and onions raw, salmon, black and green tea, yogurt, almonds, turmeric, green leafy vegetables, oysters and legumes.

Happy Halloween by Gullino

12063489_900657910027172_3988489353018873087_n

Halloween è una festività anglosassone che, traendo le sue origini da ricorrenze celtiche, ha assunto negli Stati Uniti le forme accentuatamente macabre e commerciali con cui oggi la conosciamo. Si celebra la notte del 31 ottobre. L’usanza si è poi diffusa anche in altri paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume ai giochi dei bambini, che girano di casa in casa recitando la formula ricattatoria del dolcetto o scherzetto. Tipica della festa è la simbologia legata al mondo della morte e dell’occulto, così come l’emblema della zucca intagliata, derivato dal personaggio di Jack-o’-lantern.

pumpkins-469593_1920

Halloween, or Hallowe’en (/ˌhæləˈwn, -ˈn, ˌhɑːl-/; a contraction of “All Hallows’ Evening”), also known as AllhalloweenAll Hallows’ Eve, or All Saints’ Eve, is a yearly celebration observed in a number of countries on 31 October, the eve of the Western Christian feast of All Hallows’ Day. It begins the three-day observance ofAllhallowtide,[9] the time in the liturgical year dedicated to remembering the dead, including saints (hallows), martyrs, and all the faithful departed believers.

Fare dolcetto o scherzetto è un’usanza di Halloween. I bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo con la domanda “Dolcetto o scherzetto?”. La parola “scherzetto” è la traduzione dall’inglese “trick”, una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa o alla loro proprietà se non viene dato alcun dolcetto (“treat”). “Trick or treat” (dolcetto o scherzetto) in realtà significa anche “sacrificio o maledizione”. Esiste una filastrocca inglese insegnata ai bambini delle elementari su questa usanza.

La pratica del travestirsi risale al Medioevo e si rifà alla pratica tardomedievale dell’elemosina, quando la gente povera andava porta a porta a Ognissanti (il 1º novembre) e riceveva cibo in cambio di preghiere per i loro morti il giorno della Commemorazione dei defunti (il 2 novembre). Questa usanza nacque in Irlanda e Gran Bretagna, sebbene pratiche simili per le anime dei morti siano state ritrovate anche in Sud Italia.Shakespeare menziona la pratica nella sua commedia I due gentiluomini di Verona (1593), quando Speed accusa il suo maestro di “lagnarsi come un mendicante a Hallowmas [Halloween].”

Trick-or-treating is a customary celebration for children on Halloween. Children go in costume from house to house, asking for treats such as candy or sometimes money, with the question, “Trick or treat?” The word “trick” refers to “threat” to perform mischief on the homeowners or their property if no treat is given.[70] The practice is said to have roots in the medieval practice of mumming, which is closely related to souling.[115] John Pymm writes that “many of the feast days associated with the presentation of mumming plays were celebrated by the Christian Church.”[116] These feast days included All Hallows’ Eve, Christmas, Twelfth Night and Shrove Tuesday.[117][118] Mumming, practiced in Germany, Scandinavia and other parts of Europe,[119] involved masked persons in fancy dress who “paraded the streets and entered houses to dance or play dice in silence.”[120]

Test: wikipedia.it. Read more on wikipedia.it

Gullino e Unitec

Gullino-e-Unitec-3-860x280

Gullino nasce fine 1960 come azienda che si occupa di confezionamento ed esportazione di frutta fresca. Negli anni 80 il core business aziendale diventa il kiwi e tutto ciò che è inerente alla sua vendita. Per realizzare un prodotto di qualità Gullino si è affidata ad Unitec, azienda che si occupa della creazione di macchine e tecnologie affidabili ed efficaci per le diverse fasi di lavorazione di frutta e verdura fresca, dallo svuotamento, alla calibratura fino al confezionamento.

Gullino-e-Unitec-2

Nello specifico le macchine Unitec hanno consentito a Gullino di realizzare un sistema di lavorazione basato su: calibratura, selezione e confezionamento.

Gullino-e-Unitec-1

Gullino ci dice:

Unitec ci ha dato un prodotto: affidabile, innovativo e attento alla produzione. Grazie alle loro macchine abbiamo avuto risultati del 20% al di sopra delle aspettative. Noi di Gullino crediamo profondamente negli investimenti in tecnologia perché permettono di commercializzare un prodotto di qualità. Ed è proprio la costante ricerca della qualità che consente la fidelizzazione del cliente che non si sente mai tradito, ma sempre capito e assecondato nei suoi gusti e nelle sue scelte.

“Fra queste colline anche il silenzio è verde” Mauro Alfonso

Monviso taken from San Marzano Oliveto, 60 miles (96 kilometers) away
Ormai è passato un anno dall’iscrizione del Piemonte nei paesaggi vitivinicoli patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Un riconoscimento che ha premiato Langhe, Roero e Monferrato e il sistema di produzione del territorio. Auguri cuneese, auguri Italia.
Now one year has passed from the inclusion of the Piedmont wine landscapes in UNESCO World Heritage Site. An award which rewarded the Langhe, Monferrato and Roero and the production system of the territory. Greetings from Cuneo, Italy wishes.

sIl Roero (Roé in piemontese) è una regione geografica del Piemonte, situata nella parte nord-orientale della provincia di Cuneo. Prende il nome dalla famiglia omonima – ovvero quella dei Roero – che a partire dal periodo medioevale e per vari secoli ha dominato su questo territorio.

Il territorio al pari delle vicine Langhe è anche nota meta turistica in ambito eno-gastronomico e culturale per i tanti castelli e antichi borghi che costellano il suo piccolo territorio.

Il 22 giugno 2014, durante la 38ª sessione del comitato UNESCO a Doha, il Roero è stato ufficialmente incluso, assieme a Langhe e Monferrato, nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità.

Info: www.langheroero.it

The Langhe (Langa from old dialect Mons Langa et Bassa Langa) is a hilly area to the south and east of the river Tanaro in the province of Cuneo in Piedmont, northern Italy.

It is famous for its wines, cheeses, and truffles—particularly the white truffles of Alba. The countryside as it was in the first half of the 20th Century features prominently in the writings of Beppe Fenoglio and Cesare Pavese, who was born there, in Santo Stefano Belbo.

On 22 June 2014, Langhe were inscribed on UNESCO World Heritage list[1] for its cultural landscapes, outstanding living testimony to winegrowing and winemaking traditions that stem from a long history, and that have been continuously improved and adapted up to the present day.

Discover Saluzzo

gullino2

« V’è un sol Monviso sulla terra, un solo gruppo di monti come quello, un solo Pian che s’agguagli di Saluzzo al piano. » (Silvio Pellico)

Monviso_da_strada_per_Barge-2

Gullino nasce a Saluzzo, una città che abbraccia un vasto territorio, dando l’ingresso alla Valle Po in provincia di Cuneo, la valle che porta al Monviso e alle sorgenti del fiume Po, e pertanto ospita la sede dell’Ente Parco del Po cuneese. Un po’ più a sud, Saluzzo dà anche l’ingresso alla Val Varaita. Tuttavia, essendo già in una zona semi-pianeggiante, non fa parte delle relative comunità montane. A nord invece, Saluzzo confina con Cardè e con la Riserva del torrente Bronda, Torre San Giorgio, Moretta e Scarnafigi. A est confina con Lagnasco, mentre a sud con MantaSavigliano, a ovest con Revello e Pagno.

Castiglia,_residenza_dei_Marchesi_di_Saluzzo

Dal punto di vista storico e culturale, Saluzzo rappresenta uno splendido esempio di architettura medievale piemontese conservando, stretta nel circuito delle antiche mura, le caratteristiche di diverse epoche. Capitale per ben quattro secoli di un marchesato indipendente, le numerose testimonianze del suo nobile e ricco passato ne confermano il ruolo di città d’arte. Tutt’oggi la cittadina svolge una fondamentale funzione di riferimento di servizi ai comuni circostanti, fiere e manifestazioni a carattere artistico, culturale, ortofrutticolo ed enogastromico. Oltre che ad alcuni nobili marchesi, Saluzzo ha dato il natale a molte personalità, una per tutte lo scrittore Silvio Pellico (XIX secolo).

300194_2209526032170_599841904_n

Saluzzo ha un clima tipicamente continentale, con una concentrazione di foschia e nebbia nei mesi autunnali e invernali, precipitazioni a carattere nevoso in inverno e miti primavere. Particolarmente afosa l’estate. In base ai dati forniti dalla locale stazione meteorologica, la temperatura media del mese più freddo (gennaio) si attesta a +1,1 °C; quella del mese più caldo (luglio) è di +21,8 °C. Fonte: wikipedia.it

Saluzzo (Italian pronunciation: [saˈluttso]) is a town and former principality in the province of Cuneo, Piedmontregion, Italy.

The city of Saluzzo is built on a hill overlooking a vast, well-cultivated plain. Iron, lead, silver, marble, slate etc. are found in the surrounding mountains. It has a population of approximately 17,000.

Saluzzo was the birthplace of the writer Silvio Pellico and of typographer Giambattista Bodoni. In Saluzzo born Gullino.

1 7 8 9 10 11