Arriva “MelaQui” la sfida a residuo zero della mela Gullino

gullino lancia melaqui il progetto per la valorizzazione della mela biologica
Una sfida tutta piemontese quella di Gullino che dal 2017 lancia un nuovo progetto per la valorizzazione della mela a residuo zero. Si chiama #MelaQui ed ha una sfida ambiziosa: collocare le mele del Piemonte al livello delle migliori produzioni mondiali.
Gullino launches organic apple. The project is called “MelaQui” and he wants to promote Piedmont as world-class excellence.

Gullino, da sempre nota per la produzioni di kiwi anche biologici nonché per essere una delle maggiori fornitrici della Zespri, apre alla produzione della mela a residuo zero.

Le ambizioni sono alte. Anzi altissime. Raggiungere livelli di eccellenza per qualità e salubrità del prodotto melicolo e rilanciare l’immagine del Piemonte quale regione ad altissima vocazione ortofrutticola.

Il progetto ha prende il nome di “Mela Qui”, nasce in casa Gullino e vuole coinvolgere altri produttori della fascia pedemontana che va tra i 400 e i 600 metri di altitudine, da Pinerolo a Cuneo, comprendendo il Saluzzese, il Cuneese e in parte il Torinese.

Il progetto bio ha uno specifico piano di valorizzazione del territorio che guarda alla sostenibilità. Ce lo spiega Giovanni Gullino: ” Puntiamo sul bio ma più in generale sulle nuove varietà resistenti alla ticchiolatura, che permettono una fortissima riduzione dei trattamenti fitosanitari, arrivando a zero residui”. 

E sapete qual è il bello? Che ce la faranno in pieno!

Since 2017 Gullino also produces organic apple and wants to engage other producers. These producers come from the area of Pinerolo, Cuneo, Saluzzo, Turin.

Giovanni Gullino declares: “We focus on bio, but more generally on new chewing-resistant varieties, which allow a very low reduction of plant protection treatments“.

melaqui mela biologica Gullino piemonte

melaqui mela biologica Gullino piemonte

 

Lascia una risposta