Tag Archivio: cuneo

Prugna Angeleno. Il frutto dimenticato e riscoperto in Piemonte

IMG-20200917-WA0013

E’ sempre più in crescita l’attenzione dei consumatori per le diverse varietà di frutta e gli aspetti nutrizionali, tanto da assistere anche ad un aumento consistente di consumi bio. Eppure esistono ancora delle varietà di frutta ancora poco conosciute dalla grande massa dei consumatori. Una di queste è la prugna angeleno, un frutto che noi di Gullino abbiamo scelto di recuperare e commercializzare.

IMG-20200917-WA0015La angeleno è una varietà più tardiva rispetto alle altre prugne, e grazie alla sua capacità di conservazione permette di commercializzare il frutto fino al mese di dicembre, potendone godere appieno anche durante le festività natalizie.

La prugna si presenta molto corposa e ricca di polpa, supera i 100 grammi di peso pertanto è una monoporzione nutriente e completa, assolutamente da inserire in una dieta bilanciata.

Queste prugne possiedono un corredo bilanciato di nutrienti e di sali minerali, quale potassio, rame, manganese, fosforo e ferro, con un apporto calorico molto contenuto. Svolgono un’importante funzione antiossidante grazie alla loro ricchezza di sostanze fenoliche, accompagnata da una serie di altri effetti benefici per la salute. Sono molto consigliate dai medici perché consentono di abbassare il livello di colesterolo nel sangue e migliorare gli indici di formazione ossea nelle donne in post-menopausa. Contengono molta acqua, sono diuretiche e protettive del sistema IMG-20200917-WA0016cardiocircolatorio. L’abbondante contenuto di fibra, caratteristica assai nota, svolge un effetto saziante ed appagante, ma soprattutto rappresenta una dolce promessa di regolarità intestinale. Pare proprio che sia il frutto ideale in una dieta sana e bilanciata.

In Piemonte sono quasi 1.800 gli ettari coltivati con susine Angeleno di cui il 90% nella nostra provincia di Cuneo. La nostra area piemontese è decisamente in crescita per la produzione di questa varietà che nel 2018 si è aggiudicata il terzo posto in classifica con il 14% della produzione nazionale, seguita da Emilia Romagna (37%) e Campania (17%).

Oltre alla varietà angeleno la nostra azienda produce susine della varietà “fortune”, la cui raccolta è terminata nel mese di agosto, essendo frutti più precoci.

Per altre info sulle nostre susine, clicca qui

Fragole, ciliegie e mirtilli. Perché è importante mangiare frutta di stagione?

6-incredibili-motivi-per-mangiare-ciliegie-oggi

Ogni giorno i nostri lettori fanno il carico di vitamina C, A, acido folico, calcio, ferro con la frutta Gullino. Mele e kiwi sono gli alleati della nostra salute ma a sostenerli in questa battaglia ci sono, in genere, tutti i frutti di stagione, così come confermato anche dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione.

Scopriamo insieme perché è così importante mangiare frutta di stagione, grazie alle indicazioni della Fondazione Veronesi che, da anni, si occupa di prevenzione della salute anche attraverso il medium dell’alimentazione.

Sono diversi gli studi che evidenziano come i prodotti consumati nel corso della loro naturale stagione di maturazione abbiano delle proprietà nutritive superiori rispetto a un frutto o a una verdura maturata al di fuori del proprio arco temporale ideale. Un frutto consumato al di fuori della propria stagionalità subisce un calo delle proprie vitamine e ne risente anche lo stesso sapore.

Mangiare di stagione, inoltre, non riguarda solo l’alimentazione ma contribuisce anche a proteggere l’ambiente, limitando fra l’altro l’inquinamento dovuto al trasporto delle merci (ad esempio, è il caso dei frutti esotici che vengono importati in Italia). Preferire frutta di stagione aiuta l’economia nel nostro paese incoraggiando e sostenendo il lavoro dei produttori più piccoli o del nostro territorio. Infine, acquistare prodotti di stagione conviene anche per il prezzo: considerata la maggiore offerta, infatti, i prodotti stagionali costano meno.

fragole-vitamine

Per questo invitiamo tutti i nostri lettori a consumare frutta di stagione. Adesso fragole, ciliegie e mirtilli la fanno da padrone e queste sono le proprietà che vi doneranno se ne consumerete:

>>fragole: come i kiwi sono ricche di vitamina C ed antiossidanti, hanno proprietà antiossidanti ed aiutano a combattere la sindrome metabolica, prevengono le malattie cardiovascolari e la placca dentale, grazie alla presenza dello xilitolo.

>>ciliegie: anch’esse sono ricche di vitamina C ed antiossidanti ma eccellono anche in fibre solubili e magnesio. Donano un buon indice di sazietà, hanno un potere calorico limitato e sono adatte per chi soffre di diabete

>>mirtilli: combattono il declino cerebrale e sono un collutorio naturale che previene infiammazioni e gengiviti; sono anch’essi ricchi di antiossidanti e vitamine e riducono le vene varicose, il gonfiore e la stanchezza degli arti inferiori.

 

Credit immagine in evidenza

Gullino collega ambiente e agricoltura con lo Standard Globale Leaf Marque

backgroundblog2

LEAF è l’acronimo di Linking Environment And Farming traducibile in italiano come “collegamento tra ambiente e agricoltura”. Questo standard di produzione è stato creato nel 1991 ed è rivolto al settore primario. Delinea un metodo per fare agricoltura nel rispetto dell’ambiente.

Scopriamo insieme perché anche noi di Gullino ne stiamo facendo il nostro fiore all’occhiello!

LEAF MARQUE è stato creato per sviluppare e promuovere la produzione integrata o Integrated Farm Management (IFM) nelle aziende agricole, unendo il meglio dei metodi tradizionali con la tecnologia moderna e la consapevolezza dei coltivatori.  Oggi Leaf Marque è un sistema di assicurazione di qualità basato sui principi della produzione integrata, ossia quel sistema di produzione agro-alimentare che utilizza metodi, mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole, volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dell’ambiente.

Chi possiede lo standard Leaf Marque è soggetto a ispezioni e certificazioni da parte di un organismo di certificazione autorizzato, quale CSQA.

Per questi motivi le nostre produzioni di frutta si pongono con un atteggiamento  responsabile nei confronti dell’ambiente e i nostri frutteti possono essere definiti etici.

Per conoscere l’elenco completo delle nostre certificazioni, clicca qui.

Gullino fa appello al cuore. L’azienda si impegna in prima linea e invita a donare alle realtà del territorio

UNITI PER SALUZZO

Gullino srl, azienda di Saluzzo nota per la produzione di kiwi e mele, fa appello alla solidarietà e invita a fare una donazione alle diverse realtà sanitarie del territorio saluzzese per sostenere tutte le attività mediche necessarie nella lotta al coronavirus. Per questo l’azienda ha sostenuto la Croce Verde di Saluzzo e il Presidio Ospedaliero di Saluzzo nell’acquisto di dotazioni di sicurezza per il personale e monitor per il controllo dei parametri vitali.  

L’appello di Gullino punta dritto al cuore, a donare ciò che possiamo e non dimenticare che la sanità è la culla della nostra Italia. 

Per ringraziare i donatori la Gullino invia direttamente a casa una copia del libro “Le Avventure di Kiwito e Galita”, un utile strumento per aiutare i più piccoli ad affrontare questo difficile momento. 

“In questa fase così delicata non potevamo restare in silenzio.  Per questo abbiamo scelto di stimolare in modo diretto ed incisivo le donazioni, pensando anche allo sforzo che la sanità affronterà dopo questa emergenza. I bisogni non finiranno con il mese di aprile. Questo è ciò che faremo ogni volta che il nostro territorio ci chiederà di esserci perché, in fondo, la terra che lavoriamo, i servizi che usiamo e le persone che amiamo vengono tutte da qui. Lo facciamo anche a nome di tutti i nostri collaboratori che nel rispetto delle misure di sicurezza continuano a lavorare per garantire il flusso nella filiera agroalimentare. Per questo abbiamo scelto di fare una donazione, noi per primi. (Gli amministratori aziendali)”

 

LE AVVENTURE DI KIWITO E GALITA

Il libro, prodotto e pubblicato nel 2019 dall’azienda saluzzese, è nato con lo scopo di avvicinare i bambini ed educarli al consumo di frutta e verdura. E’ così che Kiwito, un buffo kiwi, e Galita, una croccante mela, combattono contro alcuni arcinemici degli umani come il mal di denti, l’insonnia, il colesterolo e molto altro.

 

COME DONARE E RICHIEDERE UNA COPIA DEL LIBRO?

Dopo aver donato, versando l’importo desiderato ad una delle realtà indicate sotto, scrivi una mail all’indirizzo gullino.social@gmail.com . Sarà sufficiente dichiarare di aver donato e comunicare il proprio indirizzo postale per ricevere a casa una copia del libro “Le Avventure di Kiwito e Galita” e tanti disegni da colorare. 

 

ASL CN 1 (UBI Banca Filiale di Cuneo Via Roma 13B

IBAN: IT40K 0311110201 000000032341 Swift: BLOP IT 22 intestato a: Azienda Sanitaria Locale CN1 causale: “Donazione Covid-19″ seguito da cognome, nome, codice fiscale del benefattore) 

 

Croce Verde Saluzzo (Cassa di Risparmio di Saluzzo IBAN IT58X0629546770000000013035). 

UNITI PER SALUZZO

 

La speranza fa ripartire il saluzzese. Nessuno resta fermo davanti all’emergenza.

uniti si riparte

Ci sono storie che non smetteremmo mai di raccontare, come quelle che attraversano oggi tutta l’Italia, dalla Sicilia al Piemonte, e che inebriano tutti di speranza e buonumore.

Sono le storie dei volontari attivi da settimane con la protezione civile nazionale, con il banco alimentare, con le diverse associazioni di volontariato e promozione sociale attive su tutto il territorio per sostenere chi ha bisogno di una mano. Sono le storie di tantissime aziende che in queste settimane così concitate si sono temporaneamente riconvertite alla produzione di mascherine, gel, attrezzature mediche. Sono le storie di alcuni brillanti ingegneri che hanno trasformato le maschere da snorkeling, donate da Decathlon, in respiratori salvavita.

DONA GENERICOTutti ci stiamo attrezzando per fare ciò che è in nostro potere ed è proprio questo che rende grande l’Italia.

Nel nostro territorio di Saluzzo ci sono diverse realtà attive per contrastare direttamente il coronavirus e, credeteci, ce la stanno facendo perché la voglia di reagire è davvero tanta.

Noi oggi vogliamo parlarvi della Croce Verde di Saluzzo e della ASL CN 1 con il suo presidio ospedaliero di Saluzzo, due realtà per forza di cose pressate da quest’emergenza ma combattive e reattive.

Se i nostri cari sono in buone mani è grazie a chi come medici, infermieri, oss e volontari sta mettendo su una macchina di emergenza sempre più efficiente.

E’ per questo che anche noi abbiamo scelto di sostenere entrambe le realtà nell’acquisto di dotazioni di sicurezza per il personale e monitor per il controllo dei parametri vitali.

E’ciò che faremo ogni volta che il nostro territorio ci chiederà di esserci perché, in fondo, la terra che lavoriamo, i servizi che usiamo e le persone che amiamo vengono tutte da qui!

Con il cuore.

Grazie dalla grande famiglia Gullino.

Gullino sostiene la raccolta fondi della ASL CN 1 per fronteggiare il Covid-19

copertina

E’ un momento di estreme difficoltà e sforzi, per tutti noi che viviamo un difficile isolamento, per chi è malato, per chi continua a lavorare, per chi è anziano, per chi opera in prima linea nel settore sanitario. E’ un momento talmente complesso che va gestito con tutte le nostre forze e noi di Gullino ci uniamo a questo accorato appello e sosteniamo la raccolta fondi della ASL CN 1, impegnata nel fronteggiamento del Covid-19.

Pertanto invitiamo tutti a fare una donazione per sostenere la sanità del nostro territorio, le terapie intensive e tutto ciò che occorrerà per uscire, quanto prima, da questa drammatica situazione di emergenza.

Per donare è possibile seguire questo link  https://bit.ly/3aTrEaU o utilizzare direttamente l’iban della ASL CN 1 IT40K0311110201000000032341.

Appena avrete donato, a prescindere dalla cifra e senza dover dimostrare alcunché, contattate noi di Gullino all’indirizzo gullino.social@gmail.com e saremo lieti di rigranziarvi per il vostro atto di solidarietà inviando a casa vostra una copia del nostro libro “Le Avventure di Kiwito e Galita” da sfogliare e leggere con i vostri piccoli, in questi giorni.
L’amore vince sempre!

#tuttoandrabene

 

A Saluzzo c’è la mela che sa di mela!

mela che sa di mela

Esistono terreni particolarmente vocati alla melicoltura e noi di Gullino risediamo in uno di questi, il saluzzese, dove il terreno dona alle nostre mele le proprietà organolettiche che le rendono gustosissime e prelibate.

There are soils particularly suited to apple growing and we of Gullino reside in one of these, the Saluzzo area, where the soil gives our apples the organoleptic properties that are delicious and delicious.

crimsoncrispIl microclima e la posizione pedicollinare permettono alla mela di esprimersi al meglio, per questo la nostra terra è fra le più adatte alla coltivazione delle mele.

The microclimate and the pedicollinare position allow the apple to express itself at its best, which is why our land is among the most suitable for growing apples.

Le mele che coltiviamo appartengono a diversi gruppi, scelti per garantire a tutta la nostra rete di distribuzione una varietà sempre ampia e di qualità. In questo modo garantiamo al consumatore, anche grazie alla distribuzione di Almaverde bio, un prodotto sempre diverso ma dal gusto deciso della mela.

The apples that we grow belong to different groups, chosen to guarantee a wide variety of quality to all our distribution network. In this way we guarantee the consumer, also thanks to the distribution of Almaverde bio, a product that is always different but with a strong taste of the apple.

Quest’anno abbiamo prodotto mele Gala, Red Deliciuos, Golden Delicious, Fuji, Braeburn.

This year we have produced Gala apples, Red Deliciuos, Golden Delicious, Fuji, Braeburn.

mandyA queste produzioni aggiungiamo un progetto, nel quale abbiamo creduto moltissimo e che sta procedendo a vele spiegate: MelaQui, per la valorizzazione della mela biologica, sia in conversione che già certificata. Possono diventare Mela Qui solo selezioni naturalmente resistenti alle malattie, che garantiscono una fortissima riduzione dei trattamenti fitosanitari, arrivando a zero residui.

To these productions we add a project, in which we have believed very much and that is proceeding in full sail: MelaQui, for the valorization of the organic apple, both in conversion and already certified. They can become Apple Here only selections naturally resistant to diseases, which guarantee a very strong reduction of phytosanitary treatments, reaching zero residues.

Il nostro territorio è una meraviglia

il nostro territorio

Ci sono luoghi in Piemonte che solo di recente sono stati scoperti da alcuni circuiti turistici, attratti dal marketing territoriale e dai frutti che la nostra terra dona.

Uno di questi è proprio il saluzzese, territorio in cui noi di Gullino abbiamo dato vita alla nostra realtà.

Foto_agricolturaVallate alpine e terre di pianura caratterizzano questa parte di Piemonte, particolarmente produttiva specie per le coltivazioni ortofrutticole. Nel complesso i due terzi di tutta la produzione di frutta piemontese si concentra nell’area che da Saluzzo si estende sino a Savigliano, Fossano e Cuneo.

I numeri della frutticoltura nel saluzzese sono da record! Infatti su 33.000 ettari di terreni coltivati a frutta, in tutto il Piemonte, la maggior parte viene prodotta proprio nella nostra zona.

La quasi totalità delle nettarine, il 90% delle susine, l’85% delle mele e i tre quarti dei kiwi raccolti in Piemonte provengono dal cuneese, senza dimenticare i due terzi del raccolto di nocciole.

Veniamo da una terra produttiva, sana e rispettata da tutti noi che operiamo nel settore.

Per questo i nostri prodotti sono così buoni e sani!

Credit photo

Credit photo

 

Gullino e WineAround tornano a Bra uniti dall’amore per il territorio

winearound

Certi amori, si sa, non passano mai. E’ davvero il caso di dirlo in merito alla partnership che unisce la nostra azienda, Gullino, al festival enogastronomico WINEAROUND, organizzato dall’associazione FoodAround in collaborazione con la città di Bra.

Vini da tutta Italia e cucina del territorio piemontese saranno festeggiati nella giornata di domenica 20 ottobre 2019, dalle ore 16.00 a Bra, presso il Movicentro.

Noi di Gullino ci saremo perché ci sentiamo trasportati da un grande amore per il nostro territorio e i prodotti della sua terra, che lavoriamo ogni giorno così come tutti i colleghi imprenditori del settore post-social-kiwito-galita (1)agrario.

Nell’ambito del festival di domenica predisporremo uno spazio pensato per i più piccoli e le loro famiglie, un’area ludico-educativa in cui troveranno spazio Kiwito e Galita, i supereroi protagonisti del libro “Le Avventure di Kiwito e Galita” che abbiamo pubblicato lo scorso anno per sostenere alcuni progetti della LILT di Saluzzo. Lo spazio sarà animato a partire dalle ore 16:00 da una lettura di alcune storie, curata dall’autore Gianluca Orrù.

Ciccia, dolciumi e mal di denti saranno squisitamente sconfitti dalle proprietà dei kiwi e delle mele Gullino. Sul posto sarà possibile acquistare anche una copia del libro, da regalare subito al vostro bambino del cuore e … perché no … da custodire in vista del prossimo natale.

L’ingresso sarà libero e a tutti i bimbi partecipanti Gullino offrirà una gustosa merenda a base di frutta.

Vi aspettiamo numerosissimi a WINEAROUND.

More info: www.winearound.it 

Maschera idratante al kiwi

maschera-viso-al-kiwi

Idratarsi è importantissimo ma non basta bere acqua. Altrettanto importante, infatti, è l’assunzione di frutta, specie quella più ricca di acqua. Il kiwi, ad esempio, è una bomba di H2O e se mangiato tutti i giorni può favorire l’elasticità della pelle.

Un effetto ancora più brillante e cosmetico lo darà la maschera la kiwi, che oggi ti invitiamo a preparare.

Per preparare la maschera serve 1 kiwi Gullino, 1 cucchiaio di yogurt bianco, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

Sbuccia il kiwi e aggiungi lo yogurt e l’olio di oliva, mescola bene e applica sul viso con un pennello, evitando il contorno occhi. Tieni in posa per almeno 15 minuti, poi elimina con acqua tiepida e l’aiuto di una spugnetta.

 

1 2 3 14