Tag Archivio: FRUITS

Verde è il colore dell’anno

cop

E’ il Greenery il colore dell’anno 2017, per richiamare una società che tiene all’ambiente, al green e alla sostenibilità ambientale. Noi di Gullino lo facciamo nostro perché rispecchia tutti i valori in cui crediamo e gli obiettivi di crescita che ci stiamo prefissando.

Greenery is the color of the year 2017, a symbol of a society that loves the environment and nature. Also we choose it because it represents our values.

La Pantone Color Institute sceglie la luminosità di questo colore per l’anno 2017 e non c’è notizia migliore alle porte della primavera, sperando che possa influenzare la moda ed il design che entrerà nelle nostre case.

The Pantone Color Institute appointed green the color of year. Expect fashion and design that will have this color.

Il Greenery è il colore che guarda al futuro, a quella natura che costantemente rinnova e rinvigorisce dando una nuova carica energetica all’uomo stesso.

The greenery is the color that looks to the future, to the nature. It gives new energy to the man.

“Abbiamo di fronte un panorama politico e sociale complesso. Il verde soddisfa il crescente bisogno delle persone di rivitalizzarsi e rinnovarsi […]  e la connessione che cerchiamo con la natura, con gli altri e con obiettivi ancora più grandi”. Leatrice Eiseman, direttore esecutivo dell’Istituto Pantone, lo spiega in poche parole.

 

Credit photo

Mele caramellate e la vita è più dolce!

bio-gullino-3

Le mele caramellate sono un dolce velocissimo da preparare. Noi di Gullino ve le proponiamo in fette. Come se fosse un tortino. Siete pronti?

1 2 3 via!

Ingredienti

Difficoltà facilissima
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 4 persone
 

500 grammi di burro
4 mele tagliate a fette e sbucciate
2 cucchiaini di maizena
125 ml di acqua fredda
75 grammi di zucchero
1/2 cucchiani di cannella
tanto amore …

Procedimento

MELE CARAMELLATESciogliere il burro in una padella ed aggiungere le fette di mele. Cuocere finché non si saranno ammorbidite. Sciogliere la maizena nell’acqua ed aggiungere il composto nella padella con le mele. A questo punto aggiungere lo zucchero, la cannella e portare il tutto a bollore.

Le mele caramellate sono pronte. Distenderle su un vassoio e decorare a piacere con zucchero a velo.

A presto con le golosità di Gullino.

www.gullino.it

Strudel alle mele biologiche Gullino

bio-gullino-3

Lo strudel di mele è un dolce dolce tipico del Trentino – Alto Adige e si presenta come una sfoglia che contiene un ripieno di mele, pinoli ed uvetta aromatizzato alla cannella.

Oggi vi raccontiamo come prepararne uno buonissimo con le mele biologiche di Gullino.

Ecco gli ingredienti e le istruzioni per il procedimento:

Difficoltà difficile
Tempo di preparazione 40 minuti
Ingredienti per strudel per 10 persone
 

Per la pasta:
1 uovo
3 cucchiai di olio evo
300 grami di farina
100 g. di acqua
sale q.b.
Per il ripieno:
1 kg di mele
50 grammi di burro
1/2 limone
50 grammi di pane grattuggiato
60  grammi di zucchero
60 grammi di uva passa
60 grammi di pinoli
1 cucchiaino di cannella
latte q.b.

Procedimento.

STRUDEL ALLE MELElogoMescolate la farina con il sale creando un buco centrale, per accogliere al suo interno l’uovo. Impastate aggiungendo acqua tiepida ed olio e fermatevi soltanto quando l’impasto vi sembrerà sufficientemente elastico. A questo punto avvolgete il composto nella pellicola trasparente e lasciate riposare per 1 ora.

Sbucciate le mele e tagliatele a cubetti, mescolandole al succo di limone. In una padella abbrustolite il pan grattato e appena arrostito aggiungete le mele, i pinoli, l’uvetta, la cannella e lo zucchero, lasciando cuocere per circa 5 minuti.

E’ il momento di stendere la pasta. Con l’aiuto di uno stendipasta create una sfoglia sottile (ma non troppo) di forma rettangolare. Al suo interno adagiate tutto il ripieno che avete fatto raffreddare. Arrotolate la pasta fino a formare un saccottino lungo e stretto e fate attenzione a sigillarlo molto bene, per evitare fuoriuscite in forno.

Spennellate lo strudel crudo con del latte ed informate a 180° per circa 50 minuti.

Il dolce di Gullino anche questo mese è servito!

Un saluto a tutti i nostri amici golosi.

www.gullino.it

 

 

Mela e kiwi nella dieta degli sportivi

Senza titolo-1

Gli sportivi che leggono il nostro blog sanno che è molto importante bere tanta acqua, soprattutto nei periodo di allenamento intenso o con l’arrivo delle stagioni calde. Il nostro corpo soddisfa il fabbisogno di acqua non solo con bevendo ma anche alimentandosi con frutta e verdura.

Sportsmen know how to eat healthy. In their diet it’s important to drink lots of water. Fruits and vegetables are ideal.

Ma quale frutta è più indicata nell’alimentazione degli sportivi? Vi rispondiamo subito: arancia, fragola, mirtillo, banana, ciliegia ma sopratutto mela e kiwi. Meglio se biologici.

The fruits most suitable for sportsmen are cherry, orange, banana, strawberry, blueberry but especially kiwi and apple.

17310866_10202955455763558_1187820700_oLa mela compensa il bisogno di fame fra un pasto e l’altro grazie alle fibre di cui è ricchissima e alle grandi quantità di acqua. Sapete quanta acqua corrisponde ad una mela? 1 bicchiere bello pieno. Essendo la madrina del fruttosio consente di poter essere mangiata senza arrecare danni a soggetti diabetici.

The apple satisfies the hunger because it’s rich in fiber and water. In an apple is a whole glass of water. It’s rich in fructose and is good for diabetics.

Numerosi studi conferiscono alla mela delle proprietà anti-colesterolo, se associata ad una giusta dieta. Cos’altro aiuta uno sportivo? L’alto contenuto di potassio e il basso apporto di sodio che garantiscono una costante diuresi e consentono al corpo di liberarsi di tutti i liquidi in eccesso. I medici consigliano di mangiare la mela con la buccia per non perdere l’alto contenuto di vitamina C.

The apple due to potassium and low sodium promotes diuresis. You have to eat apple with the skin to retain vitamin C.

Il kiwi, invece, è il classico frutto da colazione per “risvegliare” la giornata! Con le sue pochissime calorie e l’elevata concentrazione di vitamina C soddisfa il fabbisogno giornaliero per una persona che non svolge nessuna attività fisica, mentre per uno sportivo il fabbisogno richiesto è il doppio. La presenza di fibre, inoltre, facilita il transito intestinale facendoci stare meglio.

The kiwi, however, has few calories and the high concentration of vitamin C meets the daily needs of a person who does not do sports. A sportman must eat twice as many kiwi.

Consiglia la lettura di questo articolo a tutti gli sportivi che conosci e vivi meglio con Gullino.

Want to read this article to all sportsmen who know and live well with Gullino

 

Capelli brillanti con la nostra mela biologica

piccola

Capelli sottili, fragili ed opachi? Hai mai provato con una mela al giorno? Si, il vecchio detto non funziona solo per il medico. La mela con i suoi sali minerali e le vitamine del gruppo B è in grado di garantirti capelli forti e lucenti combattendo l’effetto grasso, secco o spento.

If you have thin, brittle, dull, dry, fat hair can be more beautiful with the Gullino apple. Apple improves the hair because it is rich in vitamin B and minerals salts.

E’ la mela una delle risposte alternative ai costosi e chimici trattamenti di bellezza che siamo soliti utilizzare, per questo oggi vogliamo consigliarti un impacco per la bellezza della chioma.

The hair treatments are chemical but today we offer a organic and natural mask for hair.

Lava bene una mela, privala della buccia e grattugia la polpa. In una ciotola unisci polpa e succo di limone, quanto basta fin ad ottenere un composto morbido.

piccolaWash an apple, remove the peel and grater the pulp. Combine the lemon to the apple pulp and mix!

A questo punto lava normalmente i capelli, tamponali con un telo di cotone e spalma l’impacco su tutta la capigliatura, dalle punte alla cute. Lasciate in posa 10 minuti e risciacqua con abbondante acqua.

Wash your hair and spreads everywhere the compound. Wait 10 minutes and then wash your hair.

Più bella con la frutta di Gullino.

Beautiful with Gullino’s fruits.

Giovanissima e bellissima con la mela

giovane e fresca piccola

La mela è un vero e proprio frutto della bellezza e dell’eterna giovinezza. La bellezza è soggettiva ma esistono dei fattori che indicano in modo chiaro chi sia riuscito a preservarsi meglio negli anni. Uno di questi è la lucentezza e la tonicità della nostra pelle.

There are signs that indicate when a person preserves the beauty. One of these is the shine and tonicity of our skin.

I componenti della mela (13 vitamine, 20 sostanze minerali diverse, fibre, antiossidanti) consentono di soddisfare tutti i desideri di chi è sempre alla ricerca della bellezza, grazie alle sue proprietà anti-aging che rilassano pelle e muscolatura.


giovane e fresca piccolaThe components of the apple (13 vitamins, 20 different minerals, fiber, antioxidants) have anti-aging properties that relax skin and muscles.

Le pectine contenute nella mela insieme agli enzimi accelerano la rigenerazione delle fibre elastiche donando a tutti gli uomini e le donne una pelle rassodata ed elastica, perfettamente in forma per contrastare l’invecchiamento precoce.

Pectins and enzymes accelerate the regeneration of elastic fibers and give a supple and toned skin. 

La Vitamina C di cui è ricchissima la mela aiuta a combattere i radicali liberi e stimola la produzione di collagene. Infine grazie alle sue proprietà sebo regolatrici questo frutto aiuta anche a combattere acne, pelle grassa e impurità.

Vitamin C helps to fight free radicals and stimulates the production of collagen. Finally thanks to the sebum-regulating properties of the apple, you can fight acne, oily skin and impurities.

Per questo la mela è una gustosa alleata di bellezza!

The apple is a tasty ally Beauty!

Una mela al forno toglie il medico di torno

apple-1883934_960_720

Per la merenda dei bambini è importante avere sempre delle idee originali. La creatività in cucina è l’unico modo per far apprezzare ai più piccoli frutta e verdura. Oggi vi proponiamo le mele cotte al forno, per far divertire i vostri piccini con le mele biologiche di Gullino ripiene di sogni.

Iniziamo dagli ingredienti

Difficoltà facile
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 2 persone
 

2 mele biologiche Gullino
2 cucchiai di marmellata di albicocche biologiche
1/2 cucchiaio di zucchero di canna
cannella q.b.
1 cucchiaino di uvetta
amaretto q.b.
burro q.b.
mandorle q.b.

 

Lavate le 2 mele biologiche Gullino, asciugatele e tagliatele nella parte più alta. Svuotate la apple-1883940_960_720metà della mela più grande, facendo attenzione a non forare la base. Conservate la parte più piccola della mela che farà da cappello.

Preparate il ripieno per le mele ammorbidendo in acqua tiepida un cucchiaino di uvetta ed un cucchiaino di cannella per una decina di minuti. Raccogliete in una ciotola i due 2 cucchiai di confettura di albicocche ed aggiungetevi l’uvetta scolata ed asciugata, unendo qualche amaretto sbriciolato finemente.

Farcite le mele ripiene con il composto all’uvetta preparato poco prima sistemandole in una pirofila preventivamente imburrata.

Cospargete le mele biologiche Gullino con un cucchiaio di zucchero di canna, fiocchetti di burro e lamelle di mandorle; infornatele a 180° per 35-40 minuti.

Buona merenda da Gullino

Quinoa e mela, per una prima colazione spaziale

QUINOA MELA

La pianta erbacea  della quinoa è definita  madre di tutti i semi, forse per le sue origini antichissime che risalgono ai tempi degli Inca. Di questa pianta se ne consumano solo i semi nascosti all’interno di una sorta di spiga, il panicolo.

I semi di quinoa sono molto famosi per le loro proprietà nutritive: circa il 60/70% è composto da carboidrati che hanno una grandissima funzione energetica, mentre il resto è quasi completamente occupato da proteine. Carboidrati e proteine danno un effetto formidabile che spiega perché questi semi non debbano più essere esclusi dalle nostre diete. Le proteine, infatti, sono note per il trasporto della serotonina che è particolarmente QUINOA MELAimportante per la capacità di promuovere il buon umore e la tranquillità. Come molti sanno, esiste una relazione molto stretta fra umore ed alimentazione che osserviamo quando il nostro stato d’animo migliora alla vista del cioccolato o di uno dei nostri piatti preferiti. Quale modo migliore per aumentare i livelli di serotonina con il cibo se non quello di introdurre nella nostra dieta la quinoa? Per questo oggi vi proponiamo una ricetta a base di mela biologica Gullino e quinoa, ricordandovi che sono entrambi due alimenti inseriti nella dieta degli astronauti durante i loro viaggi nello spazio , soprattutto durante i voli lunghi.

Ecco gli ingredienti e le istruzioni per il procedimento:

Difficoltà facile
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 2 persone
 

300 grammi di quinoa
2 mele biologiche Gullino
cannella q.b.
limone q.b.

Lavate bene la quinoa sotto l’acqua corrente utilizzando un colino. Una volta lavata ben bene riempite d’acqua una pentola, sapendo che la quantità giusta d’acqua deve essere il doppio rispetto alla quinoa. Calare la quinoa nell’acqua ancora fredda e portare ad ebollizione per 10-15 minuti. Occupate questo tempo grattugiando una mela.

La quinoa sarà cotta quando i chicchi avranno un aspetto trasparente. A questo punto aggiungete la mela grattugiata seguita da cannella e limone a piacere. Decorate il piatto con della mela bollita e tagliata a fette.

Voilà! Colazione completa. Light e salutare!

Il mercato biologico spopola in Italia

prodotti-biologici-4

Il mercato italiano del biologico è in forte espansione e lo dimostrano i numerosi spacci e supermercati dedicati esclusivamente alla distribuzione di questo tipo di prodotto. Dalla frutta ai cosmetici, gli italiani sono sempre più attratti dal consumo consapevole ed etico che solo un prodotto biologico può garantire.

The Italian organic market is booming. It’s increasing the number of organic supermarkets where they sell fruits, vegetables, cosmetics, meat etc .. Italians are more and more sensitive to eating healthy.

Questo grazie ad una bananas-698608_960_720sensibilità che negli anni è cresciuta, orientando i consumatori ad un mercato più sicuro, a dispetto dell’inquinamento che contamina gran parte delle produzioni convenzionali.

l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che pubblica il rapporto nazionale pesticidi nelle acque, presenta l’edizione 2016 nella quale si legge che sono stati trovati pesticidi nel 63.9% dei 1.284 punti di prelievo delle acque superficiali e che è risultato contaminato il 31,7% dei 2.463 punti di campionamento delle acque sotterranee (quelle da cui dovrebbero attingere gli acquedotti). Sono state trovate 224 diverse sostanze chimiche di sintesi, in crescita rispetto agli anni precedenti (erano 175 nel 2012). A far la parte del leone sono i diserbanti, ma è in significativo aumento la presenza di anticrittogamici e insetticidi, soprattutto nelle acque sotterranee.

The ISPRA in the waters found pesticides, herbicides, insecticides, fungicides and many other poisonous substances. 

pesticidiIl mercato biologico si inserisce proprio in questo clima di contaminazione (diremmo velenosa) dei prodotti della terra ed esprime l’alternativa delll’agroalimentare italiano, quello sano e di qualità, per questo è un mercato in crescita con oltre 200.000 addetti nelle aziende agricole ed il 61,8% dei comuni italiani centro meridionali interessati dall’impatto di almeno un’azienda biologica attiva. Basti pensare che in 55 comuni italiani la superficie agricola biologica supera il 60% di quella totale, e questo è davvero un grande successo visto con gli occhi di chi, come noi di Gullino, ha fatto una precisa scelta.

The organic market, however, avoids these poisons and provides quality foods. In fact it is
a growing market with more than 200,000 employees. The 61.8% of italian municipalities hosts organic farms. This is good news for those who, like Gullino, chose to produce organic.

biologicoE i titolari e conduttori di queste preziose aziende biologiche? Nella maggior parte dei casi hanno un’istruzione universitaria di primo o secondo livello, sono under 40, usano strumenti informatici e molti di loro hanno un sito internet e vendono on-line, a dimostrazione di una nuova classe di lavoratori ed imprenditori che guarda alla terra con la voglia di tradizione ma alla ricerca di crescita ed innovazione.

Entrepreneurs and workers of organic sector have a high level of education, they use the technologies, they’re young and companies have digitized.

Quello biologico è un sistema d’imprese che coltiva circa l’11.2% dell’intera superficie agricola italiana, senza un grammo di sostanze chimiche di sintesi che inquinino le falde acquifere, nella tutela della biodiversità e della fertilità naturale del suolo, nel rispetto dell’allevamento animale al pascolo ecc…

Il biologico italiano è un mercato tecnologicamente all’avanguardia!

Organic Italian is a technologically advanced market!

Credit photo

Credit photo

Credit photo

Gullino al Fruit Logistica 2017 presenta la mela biologica, 100% italiana.

Gullino Fruit Logisitva 2017

Dall’8 al 10 febbraio 2017 Gullino Import Export srl volerà a Berlino per una 3 giorni dedicata al mercato ortofrutticolo e alle sue pratiche di agricoltura biologica.

mela bio GullinoDa anni ormai la Gullino srl sfida le logiche di mercato volte allo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali come la terra, l’acqua e l’aria, praticando un’agricoltura più etica. L’agricoltura biologica esclude l’uso di sostanze chimiche prestando grande attenzione alla salute del suolo che, a sua volta, si ripercuote sulla salute del pianeta, degli animali e degli uomini. Gullino, infatti, utilizza solo fertilizzanti e concimi di origine naturale garantendo il benessere di tutti i suoi consumatori.

Da queste idee nasce il marchio Gullino Bio che in occasione della fiera Fruit Logistica  2017 presenterà l’ultima novità: la mela biologica. E’ stato studiato un modello di coltivazione a basso impatto ambientale per far conoscere al mondo gli sforzi che Gullino sta facendo in questa direzione. Per la produzione delle mele bio sarà realizzato un grande investimento dal punto di vista tecnologico, scegliendo i macchinari più all’avanguardia per la lavorazione ed il confezionamento della frutta.

Non bastava il kiwi a portare lontano il nome dell’azienda contraddistinta per le produzioni biologiche, che ad oggi esporta in molti mercati mondiali quali America del nord e del sud , Asia ed Europa. La linea melicola bio ora entra a pieno titolo nell’offerta frutticola di Gullino ed è pronta a conquistare tutti i mercati, alla ricerca di un consumatore responsabile, cosciente e difensore dell’ecosistema.

Gullino Group. We grow, we control, we sell worldwide.

 

1 5 6 7 8 9