Tag Archivio: frutta

Centrifugato di kiwi, zenzero, mela e arance per il cervello

energy

Questo cocktail analcolico è ricco di vitamina C (arance e kiwi), una sostanza indispensabile per elevare i livelli di adrenalina e noradrenalina nel cervello. Questi due importanti neurotrasmettitori vi aiuteranno a mantenere “accesa” l’attenzione. Non solo, sarete più vigili e reattivi grazie anche alle proprietà dello zenzero.

 

Ingredienti

3 arance

1 mela

1 kiwi

un pezzo di zenzero

gullino_kiwi

Procedimento

Centrifugare le arance con il kiwi e la mela. Tagliare e sbucciare il pezzetto di zenzero.

Mixare il tutto. Versare il centrifugato in un bicchiere.

 

Centrifugato anti-caldo con kiwi

ener

Temperature da record? No problem, i kiwi sono ideali per ripristinare liquidi, vitamine e sali minerali sono alcuni speciali centrifugati in formula anti-caldo.

Vi proponiamo alcuni mix vincenti da bere come rinfrescante spuntino o merenda da consumare a piacimento.

Centrifugato di kiwi e arance ricco di Vitamina c

kiwi

I kiwi e le arance sono ricchi di vitamina C. Il centrifugato di kiwi e arance aiuterà l’organismo a fare scorta di potassio e vitamina K. Questa ricetta viene consigliata per ridurre il colesterolo, per incrementare l’assorbimento del ferro e per depurare l’organismo.

La ricetta

Centrifugato di kiwi, zenzero, mela e arance per il cervello

energy

Questo cocktail analcolico è ricco di vitamina C (arance e kiwi), una sostanza indispensabile per elevare i livelli di adrenalina e noradrenalina nel cervello. Questi due importanti neurotrasmettitori vi aiuteranno a mantenere “accesa” l’attenzione. Non solo, sarete più vigili e reattivi grazie anche alle proprietà dello zenzero.

La ricetta

 

Centrifugato di kiwi, sedano e melone giallo

gullino_sedano-melone

Questo centrigufato ha delle proprietà dissetanti e depurative. Mettete due kiwi, due gambi di sedano e due fettine di melone giallo nella centrifuga. Un afettina di radice di zenzero non guasta.

La ricetta

kiwi e arance: un centrifugato ricco di vitamina c

kiwi

I kiwi e le arance sono ricchi di vitamina C. Il centrifugato di kiwi e arance aiuterà l’organismo a fare scorta di potassio e vitamina K. Questa ricetta viene consigliata per ridurre il colesterolo, per incrementare l’assorbimento del ferro e per depurare l’organismo.

Ingredienti per 4 persone
  • 4 arance mature
  • 4 kiwi maturi
  • 1 cucchiaino di miele o zucchero (facoltativo)
Procedimento
kiwi-428079_960_720
Sbuccia i kiwi e tagliali in 4 parti.
Dividi a metà l’arancia.
Metti la frutta nella centrifuga e azionala
c
Si può bere al naturale o, eventualmente, aggiungere un cucchiaino di miele o zucchero
  miele

Kiwi: mai in frigo! Neppure d’Estate

kiwi-1245356_960_720

Tutti siamo soliti conservare il kiwi o altri tipi di frutta ed ortaggi nel nostro frigo. Le alte temperature estive ci inducono a credere che tutto debba essere ben raffreddato. Eppure esistono alcuni frutti ed alcuni ortaggi che sarebbe meglio conservare a temperatura ambiente.

All we keep the kiwi and vegetables in the refrigerator but  this isn’t a good habit. There are products that we need to keep at room temperature.

Uno di questo è il kiwi. E’ definito frutto climaterico proprio perché matura anche dopo essere stato separato dalla pianta. Il freddo del frigo trasforma velocemente gli amidi in zuccheri, cambiandone la sua gradevolezza.

download (1)The kiwifruit must be kept in the fridge, even in summer. Is a climacteric fruit and high temperatures lose its flavor.

Non solo il kiwi va conservato a temperatura ambiente ma anche il pomodoro, l’anguria, la zucchina, la melanzana e la mela.

Even the tomato, eggplant, watermelon and apple should be left at room temperature.

Il pomodoro, ad esempio, dopo ore di frigo ad alte temperature diventa farinoso ed insipido.

La soluzione? Acquistare quotidianamente e in piccole quantità, per non rinunciare mai al piacere dei prodotti della nostra terra.

It is useful to buy fruit and vegetables every day.

Credit photo

Credit photo

 

La frutta batte il cibo spazzatura. A scuola solo qualità

bimba verdura

Arriva in Commissione Affari Sociali la proposta di legge che prevede l’eliminazione del cibo spazzatura, junk food, di alimenti e bevande che nutrono male i nostri studenti. Nelle scuole italiane si proverà ad eliminare dai distributori automatici di snack tutti quei prodotti alimentari che sono dannosi per la salute, quali patatine fritte, bibite gassate, merendine e cibi con un elevato apporto di acidi grassi saturi, acidi grassi trans, zuccheri aggiunti, sodio e nitriti. 

In Italy you want to eliminate junk food from schools. A law proposal wants to eliminate junk food from food distributors. Harmful foods are: chips, sodas, snacks, fat ecc ..

Al bando, quindi i dolcificanti, la caffeina, la teina, la taurina ed altre sostanze che non favoriscono l’apprendimento e la concentrazione e pesano sulla salute di giovani e giovanissimi.

10DBG13G01_01_01-ksYH-U43210186681296uzE-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443Eliminated sugars, taurine that are harmful to young people.

L’Italia, infatti, è un paese ricco di biodiversità alimentare e i produttori agricoli potranno trarre molti vantaggi dal rifornire le aziende produttrici di snack che, per forza di cose, dovrebbero adeguarsi a lanciare sul mercato merendine e bibite realizzate con prodotti freschi dell’orto.

In Italy there is a lot of biodiversity and you can produce snacks and drinks with fresh products, grown in the vegetal garden.

Se la norma passasse i nostri figli potrebbero fare un break salutare a base di frutta fresca, frutta secca, marmellata biologica e yogurt, tutti alimenti sani che favoriscono la filiera corta.

If it passes the norm our children, at school, can eat fresh fruit, dried fruit, yogurt, jam and healthy foods.

imagesLa necessità di introdurre una norma così restrittiva nelle scuole italiane nasce dal dato che presenta i bambini e gli adolescenti italiani fra i più in sovrappeso d’Europa. Di qui l’idea di iniziare un’educazione alimentare a scuola, dove è più facile ingurgitare calorie «cattive» comprando con pochi spiccioli al distributore una merendina durante una pausa tra le lezioni.

In Italy there is concern because young people are overweight. It’s important to make nutrition education at school because here we eat more junk food.

Non possiamo che attendere l’esito del percorso normativo e sperare in una scuola ricca di frutta.

Credit photo

Credit photo

Credit photo

 

Frutta e verdura nel frigo dello chef migliore del mondo: Massimo Bottura

INSIDE

Siamo tutti voyeur del cibo. Da anni spopolano in tv programmi televisi dedicati al food, all’alimentazione, alle cucine da incubo, ai segreti dei grandi chef.

In Europe and America we watch many television programs on cooking.

L’ultima trovata è un libro, scritto da Adrian Moore in collaborazione con la fotografa Carrie Solomon, con il quale le due autrici hanno “spoilerato” il frigo di alcuni fra gli chef più famosi del mondo, dando alla luce una pubblicazione Taschen dal titolo “Inside Chefs’ Fridges Europe – I grandi chef aprono il frigo di casa“. Noi di Gullino vogliamo parlarvi del frigo dello chef italiano più famoso al mondo: Massimo Bottura.

Adrian Moore and Carrie Solomon wrote a book on the refrigerator of the most famous chefs in the world. The title is “Inside Chefs’ Fridges Europe – I grandi chef aprono il frigo di casa“. Gullino speaking to you of the Italian chef Massimo Bottura.

E’ un frigorifero ricco di frutta e verdura quello di  Massimo Bottura, chef dell’ “Osteria francescana” di Modena – tre stelle Michelin – eletta da poco a New York miglior ristorante al mondo.

Massimo in the fridge has fruit and vegetables. 

Non resta che sbirciare insieme nel suo frigo …

Let’s look together in her fridge … 

image

Credit photo

Credit photo

Credit photo

Dimagrire con il Kiwi: Estate baciami!

girl-923573_960_720

L’estate è alle porte e tutti abbiamo qualche chiletto di troppo da smaltire. Conviene affrettarsi prima di un tuffo in mare.

Forse non sapevate che fra gli alimenti più indicati per una dieta sana ed equilibrata c’è proprio il kiwi. Questo frutto buonissimo e ricco di vitamina C e antiossidanti, è perfetto per il nosbelly-2473_960_720tro benessere. Composto da circa l’83% d’acqua, l’1,14 % di proteine, dallo 0,50 % di grassi, dal 9 % di zuccheri, 3 % di fibre e dallo 0,61 % di ceneri, conquista solo a parlarne il podio degli alimenti ipocalorici.

Di seguito vi proponiamo alcuni consigli su come mangiare il kiwi a colazione, pranzo, cena e merenda. Il leitmotiv di questo regime alimentare è basato sul consumo di kiwi abbinato ad una tisana diuretica. Il segreto? E’ quasi tutto qui!

Ecco le nostre proposte.

Colazione

tè, spremuta e/o caffè d’orzo, 2 fettine di pane d’orzo/integrale, 3 kiwi e 2 cucchiaini di marmellata (rigorosamente senza zuccheri!)

Pranzo

tutti i giorni un frullato di 2 kiwi accompagnato da una tisana diuretica e da una delle seguenti combinazioni a scelta:

- 100 grammi di bresaola con 10 grammi di formaggio grana

- insalata mista condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva

 -60 grammi di pasta integrale con pomodorini e/o verdure alla griglia

- 100 grammi di ricotta e 200 grammi di fagiolini

- 50 grammi di fusilli con tonno al naturale

Cena

tutti i giorni un frullato di 2 kiwi accompagnato da una tisana diuretica e da una delle seguenti combinazioni a scelta:

- insalata di pomodori e finocchi con uno spiedino di pollo al curry

- crema di zucca con 200 grammi di branzino cotto al vapore in crema di kiwi e 40 grammi di pane integrale

- 200 grammi di petto di pollo cotto ai ferri con insalata di finocchi e carote

- 200 grammi di salmone al vapore o alla piastra con passato di verdure

- 150 grammi di nasello con pomodorini ed un’insalata di pomodoro

-  50 grammi di fusilli al pomodorino

Merenda

a scelta una delle seguenti combinazioni:

- crackers integrali

- un frutto a scelta con tè o caffè non zuccherati

- yogurt magro con tè o caffè non zuccherati

- 2 fette biscottate con tè o caffè non zuccherati

Ed ora siete pronti a tuffarvi in mare.

Buona estate da Gullino

Gullino è un’eccellenza: certificazioni e qualità

Senza titolo-1

Il fattore “qualità” è sempre stato, in Italia e in Europa, un importante terreno di confronto per rafforzare la competitività delle imprese e favorire una crescita dei consumi non disgiunta dagli aspetti della sicurezza e della protezione della salute.

Gullino non è da meno in questo, infatti possiamo definirla un’azienda Certificata con la “C” maiuscola.

Si, perché le certificazioni sono molte ed esiste un’attenzione particole che Gullino dedica alle aziende agricole che lavorano Logo_GlobalGAPper lei: sono tutte certificate GlobalGap (The Global Partnership for Good Agricoltural Practice) e fra queste il 50% produce solo biologico.

La certificazione GlobalGap è importante perché ha l’obiettivo di sostenere la commercializzazione dei prodotti agricoli nel rispetto di un protocollo che garantisce produzioni sicure per il consumatore con severo controllo dei fitofarmaci, dei concimi e dei prodotti di sintesi, tracciabilità, gestione consapevole dei rifiuti, rispetto dell’ambiente, salvaguardia della salute dei lavoratori ed attenzione alla salute degli animali.

GlobalGap significa sviluppo di buone prassi, in linea con l’evoluzione dell’attuale mercato nazionale e internazionale che si orienta verso standard sempre più rigidi e una vigilanza sempre più marcata in tutte le fasi della filiera produttiva.

Mangia Gullino. Mangia sano.

Credit photo

Insalata estiva con kiwi e peperone

kiwi pepe

L’estate è alle porte, per questo vi proponiamo una ricetta fresca e gustosa: insalata di kiwi e peperone.

Cominciamo con gli ingredienti

Difficoltà semplice
Tempo di preparazione 00:15′
Ingredienti per 2 commensali
  Peperone crudo: 1Olio extravergine di oliva : q.b.

Kiwi Gullino: 2

Fave: 2 baccelli

Pera: 1

Lattuga: 4 foglie

Mela: 1

Mais: q.b.

Disponete tutti gli ingredienti sul tavolo e predisponetevi al taglio di ognuno di essi

1

 

Tagliate la mela a cubetti, il peperone e la pera a filetti, il kiwi a rondelle. Pulite le fave privandole del baccello e della buccia

2 3

 

Riempiendo i bordi di un piatto piano disponete a raggiera i peperoni e le pere, in modo alternato, fino a formare una corona

4

Disponete al centro del piatto l’insalata ed accomodate su di essa le mele tagliate a dadini ed il mais. Ai bordi del piatto sistemate le fettine di kiwi e non dimenticate di decorare i filetti di pera con mais e fave sbucciate.

Il vostro piatto estivo e fresco è pronto. Aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva.

Un consiglio? Non salate l’insalata. L’effetto voluto è quello della frutta che domina sulla verdura, che è solo di accompagnamento.

5

 

Buon appetito da Gullino.

Norvegia: il kiwi costa meno

14aa435

In un momento come quello odierno in cui i produttori di kiwi lamentano l’eccessivo abbassamento dei prezzi da parte della concorrenza, sostenere che per “vendere di più” il frutto dovrebbe costare meno, sembra una provocazione rivolta alle imprese. Eppure in Norvegia la catena Kiwi è riuscita a far diventare questo sogno una realtà, senza intaccare i produttori.

pluss (1)Tutto è iniziato nel 2007 quando la catena di supermercati norvegesi Kiwi ha improvvisamente ridotto i prezzi di frutta e verdura del 15% (esattamente il valore della loro iva), facendosi promotrice di una campagna volta alla sensibilizzazione della politica locale per far si che anche il costo di frutta e verdura si abbassasse definitivamente, in virtù del valore salutare che possiedono gli elementi della terra. Kiwi ha continuato su questa strada notando che il fatturato cresceva in modo proporzionale a questo abbassamento dei costi.

Kristine Aakvaag Arvin, direttrice della comunicazione aziendale, spiega che l’obiettivo della catena di supermarket è quello di sostenere la salute dei consumatori. Per vendere di più ha anche modificato il posizionamento in store dei prodotti vegetali: non più in fondo a tutto, come accade nella maggior parte dei supermercati, ma all’ingresso, dove sono più visibili ed acquistabili.

A geKiwinnaio di quest’anno la svolta con il programma fedeltà Kiwi Pluss che offre ai clienti uno sconto del 7,5% su tutta la frutta e la verdura. Le vendite sembrerebbero già aumentate del 20% grazie agli acquisti con la carta fedeltà, collegata al conto corrente del cliente. La Norvegia ha una popolazione di 5 milioni di abitanti e finora hanno aderito al programma fedeltà 600.000 consumatori. Possiamo dire che l’iniziativa è decisamente popolare!

Ma è bene specificare che a prezzi inferiori per i clienti non corrispondono prezzi asciugati per i produttori. La Kiwi ha sostenuti gli sconti utilizzando il budget dell’area marketing; per meglio intenderci quello che ogni azienda spende per la comunicazione e il lancio dei prodotti. In questo modo i produttori continuano a vendere ai prezzi di sempre, il supermarket aumenta i suoi fatturati e il cliente risparmia preservando la propria salute.

Credit photo 

1 11 12 13 14