Tag Archivio: gullino fruits

La Prevenzione in 8 Semplici Mosse

wellness-1382475_960_720

Una sana alimentazione associata a uno stile di vita attivo è il segreto per la prevenzione, la gestione e il trattamento di molte malattie, anche di origine tumorale. Un regime dietetico adeguato ed equilibrato garantisce un giusto apporto di nutrienti ma permette anche di ricevere sostanze che svolgono un ruolo protettivo e preventivo nei confronti di determinate malattie.

A healthy diet and an active lifestyle protect from disease. Some substances have a beneficial role to preventing cancer.

Scopriamo insieme come fare una prevenzione serena a casa nostra:

Together  we discover how to do prevention at home:

  1. Manteniamoci magri (Lose weight!): è accertata la correlazione fra obesità e malattie croniche
  2. Consumiamo più frutta e verdura (Eat fruits and vegetables!): consumando alimenti di origine vegetale è possibile ridurre il rischio di cancro ma anche di sovrappeso e obesità
  3. Limitiamo o escludiamo le bevande zuccherate (We do not drink sugary things!): una dieta troppo ricca di prodotti industriali carichi di zuccheri è spesso correlata a un aumento del rischio di sovrappeso e obesità; queste due condizioni aumentano il rischio di cancro e di numerose altre patologie croniche
  4. Facciamo sport (Practice sport!): la relazione tra attività fisica e ribackground-1239436_960_720duzione dell’incidenza di tumori è chiara perché lo sport potenzia il sistema immunitario, riduce il grasso corporeo e migliora le funzioni digestive
  5. Limitiamo il consumo di carne rossa (Eat little red meat!): la raccomandazione è di non superare i 500 grammi settimanali
  6. Beviamo meno alcol (Less alcohol!): l’eccesso di alcol è legato a un aumento del rischio di patologie tumorali, specie se associato al fumo di sigaretta
  7. Limitiamo il sale (Reduce salt!): riducendo il consumo di sale e di prodotti ricchi di sale è possibile prevenire il rischio di cancro allo stomaco
  8. Allattiamo al seno (Breastfeed!): questo protegge da infezioni durante l’infanzia e rinforza lo sviluppo del sistema immunitario del bambino

Finger food Feta e frutta

12489188_10201202301295792_473292558583247723_o
Difficoltà Semplicissimo
Tempo di preparazione 00:15′
Ingredienti per 10 e + commensali
  8 Kiwi Gullino verdi

100 gr Feta fresca

200 gr Ananas

Altra versione di finger food questa volta senza riso. Di estrema semplicità e da fare anche al momento per rendere le vostre portate sempre un fiore all’occhiello.

12473848_10201202301255791_5449251197838059921_o

Procedimento:

Il procedimento è semplicissimo ed intuibile dalle sole foto. Basta tagliare a dadini, più o meno uguali, sia la feta che la frutta precedentemente mondata ed il gioco è fatto. Ovviamente potete sostituire l’ananas con pesche nettarine od anche kiwi gialli, sempre made Gullino!

 

 

Gamberoni e Kiwi Gullino in Japan style

12545846_10206492882654486_1788406222_o
Difficoltà Facile
Tempo di preparazione 00:20′ + 1/2 ora di marinatura in frigo
Ingredienti per 4 e + commensali
  8 Kiwi Gullino1 Kg Gamberoni Argentini Freschi 1 Limone Bio

1 Lime

1 Spicchio d’aglio

2 cucchiai Salsa di soia salata

2 cucchiai Olio di sesamo

½ cucchiaino Coriandolo in polvere (potete sostituirlo con quello fresco)

Bastoncini per spiedini

Gli spiedini di Gamberoni e Kiwi Gullino in Japan Style sono una ricetta davvero gustosa e facilissima da preparare. Possono cimentarsi anche i meno esperti! Si tratta di un piatto che si prepara in fretta e vi assicurerete un successo strepitoso, anche nel caso di cene decise all’improvviso, per un buffet in piedi o per le occasioni speciali. Vediamo insieme come preparare questo delizioso piatto dal sapore asiatico.

12510732_10206492882094472_523234968_o

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo i gamberoni che debbono essere rigorosamente freschissimi, di grande dimensione, con un colore ben vivo e il carapace solido (se nel congelatore avete già dei gamberoni a disposizione, ricordatevi prima di procedere alla preparazione del piatto, di lasciarli scongelare nell’ultimo ripiano del frigo o, se non avete molto tempo, sotto l’acqua corrente fredda, ma mai a temperatura ambiente, soprattutto nei mesi caldi onde evitare attacchi batterici). Che si tratti di prodotti freschi o surgelati, il primo passo è quello di sciacquare abbondantemente i gamberi sotto l’acqua corrente, si stacca la testa ed io non stacco questa volta la coda ma, a piacimento, potete staccarla per poi sgusciare completamente il nostro gamberone incidendo col coltello lungo tutta la parte anteriore per scoprire la carne bianca. A questo punto occorre togliere l’intestino, il filetto nero, che si trova per tutta la lunghezza dorsale: il metodo più facile consiste nell’incidere il lato esterno del gambero e infilare la punta del coltello fino a individuare il filamento e toglierlo tirando delicatamente.

12510731_10206492882414480_208899701_o

Adesso preparate un’emulsione in cui marinare i gamberoni unendo la salsa di soia, l’olio di sesamo, lo spicchio d’aglio pulito e tritato, la buccia del limone bio ed il succo del lime (non aggiungete sale perché nel nostro caso abbiamo scelto la salsa di soia salata). Ponete i gamberoni in una pirofila in vetro ed irrorateli con l’emulsione in modo che siano ben coperti dopodichè copriteli con della pellicola e lasciate marinare per mezzora in frigorifero.

12545846_10206492882654486_1788406222_o

Nel mentre lavate e sbucciate i kiwi, quindi li tagliate a fette abbastanza spesse ed ogni fetta poi ancora a metà.

12545912_10206492882974494_1285506787_o

12544264_10206492883334503_808823292_o

Appena trascorsa la mezzora componete i vostri spiedini che lascerete cuocere su piastra rovente e servirete accompagnandoli ad un’insalata o, come nel nostro caso, ad un timballo di riso venere al lime e rondelle di cetriolo baby.

Ricetta by Mary Chiaie – www.fiammaefornelli.it

1 3 4 5