Tag Archivio: italy

Ovetti di cioccolato alla mela Gullino

uova

La Pasqua si avvicina e non potevamo dimenticare di festeggiare queste festività con voi.

Questa volta abbiamo pensato ad una golosità tipica: gli ovetti di cioccolato.

Divertitevi con noi e con il tripudio di colori.

Ingredienti

Difficoltà difficile
Tempo di preparazione 1 ora
Ingredienti per 5 ovetti
 

150 g di cioccolato fondente

5 g di burro di cacao (in alternativa, 2 cucchiai olio di arachidi)

colori alimentari

stampo in silicone con forme mezzi ovetti

Per la geleé di mela Gullino:

200 g polpa di mela Gullino

50 g zucchero

6 g gelatina alimentare

… e tanto amore …

Procedimento

Fondere a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro di cacao. Una volta pronto, riversate il composto negli stampi dei mezzi ovetti e lasciate raffreddare per qualche minuto, avendo cura di eliminare con uno straccio il cioccolato in eccesso sui bordi.

Nel frattempo preparate la geleé di mela biologica Gullino. Una volta frullate le mele scioglietevi dentro lo zucchero e la gelatina alimentare. Ponete sul fuoco il composto per qualche minuto, fatelo raffreddare e poi riempite i mezzi ovetti con una sacca da pasticcere. Appena solidificate anche queste metà potete unire il tutto. In che modo? Semplicemente passando una padella riscaldata sulle metà-uovo di cioccolato.

Il gioco è fatto!

Buona Pasqua a tutti dalla famiglia Gullino.

 

Verde è il colore dell’anno

cop

E’ il Greenery il colore dell’anno 2017, per richiamare una società che tiene all’ambiente, al green e alla sostenibilità ambientale. Noi di Gullino lo facciamo nostro perché rispecchia tutti i valori in cui crediamo e gli obiettivi di crescita che ci stiamo prefissando.

Greenery is the color of the year 2017, a symbol of a society that loves the environment and nature. Also we choose it because it represents our values.

La Pantone Color Institute sceglie la luminosità di questo colore per l’anno 2017 e non c’è notizia migliore alle porte della primavera, sperando che possa influenzare la moda ed il design che entrerà nelle nostre case.

The Pantone Color Institute appointed green the color of year. Expect fashion and design that will have this color.

Il Greenery è il colore che guarda al futuro, a quella natura che costantemente rinnova e rinvigorisce dando una nuova carica energetica all’uomo stesso.

The greenery is the color that looks to the future, to the nature. It gives new energy to the man.

“Abbiamo di fronte un panorama politico e sociale complesso. Il verde soddisfa il crescente bisogno delle persone di rivitalizzarsi e rinnovarsi […]  e la connessione che cerchiamo con la natura, con gli altri e con obiettivi ancora più grandi”. Leatrice Eiseman, direttore esecutivo dell’Istituto Pantone, lo spiega in poche parole.

 

Credit photo

Mele caramellate e la vita è più dolce!

bio-gullino-3

Le mele caramellate sono un dolce velocissimo da preparare. Noi di Gullino ve le proponiamo in fette. Come se fosse un tortino. Siete pronti?

1 2 3 via!

Ingredienti

Difficoltà facilissima
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 4 persone
 

500 grammi di burro
4 mele tagliate a fette e sbucciate
2 cucchiaini di maizena
125 ml di acqua fredda
75 grammi di zucchero
1/2 cucchiani di cannella
tanto amore …

Procedimento

MELE CARAMELLATESciogliere il burro in una padella ed aggiungere le fette di mele. Cuocere finché non si saranno ammorbidite. Sciogliere la maizena nell’acqua ed aggiungere il composto nella padella con le mele. A questo punto aggiungere lo zucchero, la cannella e portare il tutto a bollore.

Le mele caramellate sono pronte. Distenderle su un vassoio e decorare a piacere con zucchero a velo.

A presto con le golosità di Gullino.

www.gullino.it

Strudel alle mele biologiche Gullino

bio-gullino-3

Lo strudel di mele è un dolce dolce tipico del Trentino – Alto Adige e si presenta come una sfoglia che contiene un ripieno di mele, pinoli ed uvetta aromatizzato alla cannella.

Oggi vi raccontiamo come prepararne uno buonissimo con le mele biologiche di Gullino.

Ecco gli ingredienti e le istruzioni per il procedimento:

Difficoltà difficile
Tempo di preparazione 40 minuti
Ingredienti per strudel per 10 persone
 

Per la pasta:
1 uovo
3 cucchiai di olio evo
300 grami di farina
100 g. di acqua
sale q.b.
Per il ripieno:
1 kg di mele
50 grammi di burro
1/2 limone
50 grammi di pane grattuggiato
60  grammi di zucchero
60 grammi di uva passa
60 grammi di pinoli
1 cucchiaino di cannella
latte q.b.

Procedimento.

STRUDEL ALLE MELElogoMescolate la farina con il sale creando un buco centrale, per accogliere al suo interno l’uovo. Impastate aggiungendo acqua tiepida ed olio e fermatevi soltanto quando l’impasto vi sembrerà sufficientemente elastico. A questo punto avvolgete il composto nella pellicola trasparente e lasciate riposare per 1 ora.

Sbucciate le mele e tagliatele a cubetti, mescolandole al succo di limone. In una padella abbrustolite il pan grattato e appena arrostito aggiungete le mele, i pinoli, l’uvetta, la cannella e lo zucchero, lasciando cuocere per circa 5 minuti.

E’ il momento di stendere la pasta. Con l’aiuto di uno stendipasta create una sfoglia sottile (ma non troppo) di forma rettangolare. Al suo interno adagiate tutto il ripieno che avete fatto raffreddare. Arrotolate la pasta fino a formare un saccottino lungo e stretto e fate attenzione a sigillarlo molto bene, per evitare fuoriuscite in forno.

Spennellate lo strudel crudo con del latte ed informate a 180° per circa 50 minuti.

Il dolce di Gullino anche questo mese è servito!

Un saluto a tutti i nostri amici golosi.

www.gullino.it

 

 

Mela e kiwi nella dieta degli sportivi

Senza titolo-1

Gli sportivi che leggono il nostro blog sanno che è molto importante bere tanta acqua, soprattutto nei periodo di allenamento intenso o con l’arrivo delle stagioni calde. Il nostro corpo soddisfa il fabbisogno di acqua non solo con bevendo ma anche alimentandosi con frutta e verdura.

Sportsmen know how to eat healthy. In their diet it’s important to drink lots of water. Fruits and vegetables are ideal.

Ma quale frutta è più indicata nell’alimentazione degli sportivi? Vi rispondiamo subito: arancia, fragola, mirtillo, banana, ciliegia ma sopratutto mela e kiwi. Meglio se biologici.

The fruits most suitable for sportsmen are cherry, orange, banana, strawberry, blueberry but especially kiwi and apple.

17310866_10202955455763558_1187820700_oLa mela compensa il bisogno di fame fra un pasto e l’altro grazie alle fibre di cui è ricchissima e alle grandi quantità di acqua. Sapete quanta acqua corrisponde ad una mela? 1 bicchiere bello pieno. Essendo la madrina del fruttosio consente di poter essere mangiata senza arrecare danni a soggetti diabetici.

The apple satisfies the hunger because it’s rich in fiber and water. In an apple is a whole glass of water. It’s rich in fructose and is good for diabetics.

Numerosi studi conferiscono alla mela delle proprietà anti-colesterolo, se associata ad una giusta dieta. Cos’altro aiuta uno sportivo? L’alto contenuto di potassio e il basso apporto di sodio che garantiscono una costante diuresi e consentono al corpo di liberarsi di tutti i liquidi in eccesso. I medici consigliano di mangiare la mela con la buccia per non perdere l’alto contenuto di vitamina C.

The apple due to potassium and low sodium promotes diuresis. You have to eat apple with the skin to retain vitamin C.

Il kiwi, invece, è il classico frutto da colazione per “risvegliare” la giornata! Con le sue pochissime calorie e l’elevata concentrazione di vitamina C soddisfa il fabbisogno giornaliero per una persona che non svolge nessuna attività fisica, mentre per uno sportivo il fabbisogno richiesto è il doppio. La presenza di fibre, inoltre, facilita il transito intestinale facendoci stare meglio.

The kiwi, however, has few calories and the high concentration of vitamin C meets the daily needs of a person who does not do sports. A sportman must eat twice as many kiwi.

Consiglia la lettura di questo articolo a tutti gli sportivi che conosci e vivi meglio con Gullino.

Want to read this article to all sportsmen who know and live well with Gullino

 

Capelli brillanti con la nostra mela biologica

piccola

Capelli sottili, fragili ed opachi? Hai mai provato con una mela al giorno? Si, il vecchio detto non funziona solo per il medico. La mela con i suoi sali minerali e le vitamine del gruppo B è in grado di garantirti capelli forti e lucenti combattendo l’effetto grasso, secco o spento.

If you have thin, brittle, dull, dry, fat hair can be more beautiful with the Gullino apple. Apple improves the hair because it is rich in vitamin B and minerals salts.

E’ la mela una delle risposte alternative ai costosi e chimici trattamenti di bellezza che siamo soliti utilizzare, per questo oggi vogliamo consigliarti un impacco per la bellezza della chioma.

The hair treatments are chemical but today we offer a organic and natural mask for hair.

Lava bene una mela, privala della buccia e grattugia la polpa. In una ciotola unisci polpa e succo di limone, quanto basta fin ad ottenere un composto morbido.

piccolaWash an apple, remove the peel and grater the pulp. Combine the lemon to the apple pulp and mix!

A questo punto lava normalmente i capelli, tamponali con un telo di cotone e spalma l’impacco su tutta la capigliatura, dalle punte alla cute. Lasciate in posa 10 minuti e risciacqua con abbondante acqua.

Wash your hair and spreads everywhere the compound. Wait 10 minutes and then wash your hair.

Più bella con la frutta di Gullino.

Beautiful with Gullino’s fruits.

Giovanissima e bellissima con la mela

giovane e fresca piccola

La mela è un vero e proprio frutto della bellezza e dell’eterna giovinezza. La bellezza è soggettiva ma esistono dei fattori che indicano in modo chiaro chi sia riuscito a preservarsi meglio negli anni. Uno di questi è la lucentezza e la tonicità della nostra pelle.

There are signs that indicate when a person preserves the beauty. One of these is the shine and tonicity of our skin.

I componenti della mela (13 vitamine, 20 sostanze minerali diverse, fibre, antiossidanti) consentono di soddisfare tutti i desideri di chi è sempre alla ricerca della bellezza, grazie alle sue proprietà anti-aging che rilassano pelle e muscolatura.


giovane e fresca piccolaThe components of the apple (13 vitamins, 20 different minerals, fiber, antioxidants) have anti-aging properties that relax skin and muscles.

Le pectine contenute nella mela insieme agli enzimi accelerano la rigenerazione delle fibre elastiche donando a tutti gli uomini e le donne una pelle rassodata ed elastica, perfettamente in forma per contrastare l’invecchiamento precoce.

Pectins and enzymes accelerate the regeneration of elastic fibers and give a supple and toned skin. 

La Vitamina C di cui è ricchissima la mela aiuta a combattere i radicali liberi e stimola la produzione di collagene. Infine grazie alle sue proprietà sebo regolatrici questo frutto aiuta anche a combattere acne, pelle grassa e impurità.

Vitamin C helps to fight free radicals and stimulates the production of collagen. Finally thanks to the sebum-regulating properties of the apple, you can fight acne, oily skin and impurities.

Per questo la mela è una gustosa alleata di bellezza!

The apple is a tasty ally Beauty!

Una mela al forno toglie il medico di torno

apple-1883934_960_720

Per la merenda dei bambini è importante avere sempre delle idee originali. La creatività in cucina è l’unico modo per far apprezzare ai più piccoli frutta e verdura. Oggi vi proponiamo le mele cotte al forno, per far divertire i vostri piccini con le mele biologiche di Gullino ripiene di sogni.

Iniziamo dagli ingredienti

Difficoltà facile
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 2 persone
 

2 mele biologiche Gullino
2 cucchiai di marmellata di albicocche biologiche
1/2 cucchiaio di zucchero di canna
cannella q.b.
1 cucchiaino di uvetta
amaretto q.b.
burro q.b.
mandorle q.b.

 

Lavate le 2 mele biologiche Gullino, asciugatele e tagliatele nella parte più alta. Svuotate la apple-1883940_960_720metà della mela più grande, facendo attenzione a non forare la base. Conservate la parte più piccola della mela che farà da cappello.

Preparate il ripieno per le mele ammorbidendo in acqua tiepida un cucchiaino di uvetta ed un cucchiaino di cannella per una decina di minuti. Raccogliete in una ciotola i due 2 cucchiai di confettura di albicocche ed aggiungetevi l’uvetta scolata ed asciugata, unendo qualche amaretto sbriciolato finemente.

Farcite le mele ripiene con il composto all’uvetta preparato poco prima sistemandole in una pirofila preventivamente imburrata.

Cospargete le mele biologiche Gullino con un cucchiaio di zucchero di canna, fiocchetti di burro e lamelle di mandorle; infornatele a 180° per 35-40 minuti.

Buona merenda da Gullino

Quinoa e mela, per una prima colazione spaziale

QUINOA MELA

La pianta erbacea  della quinoa è definita  madre di tutti i semi, forse per le sue origini antichissime che risalgono ai tempi degli Inca. Di questa pianta se ne consumano solo i semi nascosti all’interno di una sorta di spiga, il panicolo.

I semi di quinoa sono molto famosi per le loro proprietà nutritive: circa il 60/70% è composto da carboidrati che hanno una grandissima funzione energetica, mentre il resto è quasi completamente occupato da proteine. Carboidrati e proteine danno un effetto formidabile che spiega perché questi semi non debbano più essere esclusi dalle nostre diete. Le proteine, infatti, sono note per il trasporto della serotonina che è particolarmente QUINOA MELAimportante per la capacità di promuovere il buon umore e la tranquillità. Come molti sanno, esiste una relazione molto stretta fra umore ed alimentazione che osserviamo quando il nostro stato d’animo migliora alla vista del cioccolato o di uno dei nostri piatti preferiti. Quale modo migliore per aumentare i livelli di serotonina con il cibo se non quello di introdurre nella nostra dieta la quinoa? Per questo oggi vi proponiamo una ricetta a base di mela biologica Gullino e quinoa, ricordandovi che sono entrambi due alimenti inseriti nella dieta degli astronauti durante i loro viaggi nello spazio , soprattutto durante i voli lunghi.

Ecco gli ingredienti e le istruzioni per il procedimento:

Difficoltà facile
Tempo di preparazione 15 minuti
Ingredienti per 2 persone
 

300 grammi di quinoa
2 mele biologiche Gullino
cannella q.b.
limone q.b.

Lavate bene la quinoa sotto l’acqua corrente utilizzando un colino. Una volta lavata ben bene riempite d’acqua una pentola, sapendo che la quantità giusta d’acqua deve essere il doppio rispetto alla quinoa. Calare la quinoa nell’acqua ancora fredda e portare ad ebollizione per 10-15 minuti. Occupate questo tempo grattugiando una mela.

La quinoa sarà cotta quando i chicchi avranno un aspetto trasparente. A questo punto aggiungete la mela grattugiata seguita da cannella e limone a piacere. Decorate il piatto con della mela bollita e tagliata a fette.

Voilà! Colazione completa. Light e salutare!

Intervista ai fratelli Dematteis, i Re della corsa in montagna

IMG_9922

Oggi abbiamo incontrato i gemelli Dematteis, seconda grande novità dell’anno 2017 per l’azienda Gullino, dopo il lancio della mela biologica. Infatti a partire da quest’anno l’azienda ha scelto di sostenere i due sportivi del cuneese che hanno omaggiato la propria gente portando a casa diverse vittorie agonistiche nella corsa di montagna. Perché Gullino abbia scelto di diventare sponsor di questi re della montagna e ciò che scopriremo parlando direttamente con loro.

Ciao Bernard, ciao Martin. Come state oggi?

Stiamo bene, ci stiamo allenando con costanza e stiamo preparando il FullSizeRenderprossimo obiettivo con determinazione, la maratona di Milano del prossimo 2 aprile. La stagione sarà lunga ed impegnativa ma siamo pronti ad affrontarla con grinta.

Toglieteci una curiosità: come è nata la vostra passione per la corsa di montagna?

Noi siamo nati in un piccolo paese di montagna, Rore, in Valle Varaita e fin da piccoli ci divertivamo a correre e giocare per i boschi e i prati vicino a casa.

La nostra casa non è raggiungibile in auto….ricordiamo perfettamente, come fosse ieri, le corse fatte ad inseguire il pulman di linea che passava a circa 1,5 Km da casa nostra ogni mattina alle 7…..

Di conseguenza la passione per la corsa e per la montagna è cresciuta con noi, e quando abbiamo iniziato a correre più seriamente ci siamo innamorati di questa disciplina. Non c’è nulla di più bello che praticare questo sport, perché lo facciamo sulle montagne a diretto contatto con la natura e ci divertiamo davvero un sacco.

Chi dei due è stato il primo ad avvicinarsi a questo meraviglioso sport?

Quando entrambi abbiamo capito di non avere alcuna dote, ma proprio nessuna, nel calcio e nello sci di fondo,  ci siamo avvicinati a  questo sport. Lo abbiamo fatto insieme….forse anche per una questione di comodità, ciò che faceva uno, faceva anche l’altro….questa è un po’ la vita dei gemelli….La cosa straordinaria è che poi, entrambi, abbiamo scoperto di avere, oltre che una passione, anche delle doti fisiche adatte… e nell’atletica è un fatto abbastanza raro.

IMG_9925Qual è il momento più difficile durante una corsa di montagna?

Durante una corsa in montagna bisogna affrontare spesso un’alternanza tra salita e discesa. Il momento  più difficile è sicuramente quello alla fine della discesa, quando si riprende a salire: i muscoli sono induriti e devono riabituarsi a spingere. I primi metri sono spesso devastanti, ma appena si prende il ritmo, il dolore diminuisce e diventa sopportabile fino al traguardo.

A quanto pare c’è un’azienda del territorio che crede moltissimo in voi e nei vostri successi. Quando e come è nato l’incontro con Gullino?

Durante l’autunno scorso abbiamo conosciuto Carola e Giovanni. E’ nato subito un feeling particolare, caratterizzato da schiettezza e lealtà. Noi ammiriamo la loro imprenditorialità e il loro spirito e sicuramente il territorio e la natura sono il trait d’union che ha fatto nascere questa alleanza.

Perché Gullino ha scelto di sponsorizzare proprio i vostri successi e secondo voi cosa rappresentate per l’azienda?

Gullino, impresa fortemente radicata sul territorio, che porta avanti una tradizione e dei valori di famiglia ha visto in noi due “ragazzi d’Oc”, che parlando l’occitano girano il mondo, correndo su sentieri di montagna, immersi nella natura, senza perdere di vista il valore della famiglia  e l’attaccamento alle nostre origini. 

IMG_9926Questa è una domanda che rivolgo a voi in qualità di sportivi. Se dico kiwi cosa vi viene in mente?

Se pensiamo al kiwi ci viene immediatamente in mente la sensazione di rigenerazione che proviamo ogni volta che lo addentiamo dopo uno sforzo prolungato. E poi pensiamo ad un frutto ricco di proprietà nutritive, fondamentale per l’alimentazione quotidiana di uno sportivo. Poi sappiamo che la provincia di Cuneo, ed in particolare il Saluzzese, sono tra le zone di maggior produzione mondiale del Kiwi, con la Nuova Zelanda dove ha origine questo  fantastico frutto . E infine ci vengono in mente i tanti allenamenti  tra i frutteti di Kiwi nelle campagne saluzzesi, col Monviso e le montagne a far da cornice. A volte, la cornice in cui corriamo, sembra aiuti a far sentire meno la stanchezza e la fatica, che altrimenti sarebbero insopportabili.

Alex Zanardi, dopo il terribile incidente che gli è costato la perdita di entrambe le gambe, ha lasciato per sempre la Formula 1 diventando campione delle paralimpiadi di Rio 2016 e dichiarando: <<Quando mi sono svegliato senza gambe  ho pensato alla metà che era rimasta, non a quella persa>>. Secondo voi lo sport incide sull’ottimismo e la determinazione delle persone?

Certamente si. Lo sport è veicolo di positività e felicità. Le endorfine che vengono rilasciate nell’organismo dopo uno sforzo fisico, di qualsiasi entità esso sia, portano ad uno stato di appagamento e serenità. Questo lo dicono degli studi medici, non noi, oltre al fatto che più ti metti in movimento e più hai voglia di fare, affrontando la vita con la giusta determinazione e positività. Tu hai citato la storia di Alex Zanardi, beh senza farlo apposta IMG_9913hai parlato del nostro più grande idolo ed esempio sportivo. Lui poteva benissimo restare a piangersi addosso ma non l’ha fatto e invece si è gettato a capofitto e con convinzione in una nuova avventura sportiva ed umana che gli ha regalato oltre ai grandi risultati olimpici una nuova bellissima realtà di vita. Lui è per noi l’esempio vivente del fatto che con la determinazione  e l’impegno, prima o poi i risultati che ti sei prefissato arrivano, e arrivano alla grande. 

Lasciate un consiglio per i lettori di questo blog. Attenzione! Sono tutti amanti di stili di vita sani, a partire dall’alimentazione.

Il consiglio che vi lasciamo è quello di fare un po’ come Zanardi, ovvero di metterci passione ed impegno in tutte le cose che fate, reinventandovi sempre con nuove possibilità ed obiettivi. Curando l’alimentazione che è fondamentale e praticando  lo sport che più amate. Perchè con una sana attività fisica ed un’ alimentazione  corretta ed equilibrata il vostro umore e la vostra salute saranno migliori e qualsiasi obiettivo vi stiate prefiggendo nella vostra vita sarà certamente più facile da ottenere. Parola dei Dematteis.

Ciao Martin. Ciao Bernard. E’ stato bellissimo trascorrere del tempo in vostra compagnia. Continuate  a meravigliarci e a dimostrarci che c’è qualcosa di più importante della vittoria: il riscatto! Da oggi avrete un sacco di fan in più … tutti gli appassionati della frutta di Gullino.

1 4 5 6 7