Tag Archivio: kiwi

Gli italiani spendono molto in ortofrutta

1487762655-carrello-spesa-olycom

E’ una notizia che merita un intero articolo, nonché una buona riflessione, sul nostro blog: per i prodotti ortofrutticoli gli italiani spendono di più.

It is a piece of news that deserves an entire article, as well as a good reflection, on our blog: Italians spend more on fruit and vegetables.

vDbaeDBq7v7yb2Zr_xlargeE’ aumentato il trend dei consumi nel primo trimestre del 2019 e ad attestarlo è l’ultimo studio Ismea (qui il report completo) sui consumi alimentari delle famiglie. La ricerca, infatti, segnala una crescita della spesa con la patata in cima alla lista degli alimenti preferiti (+13,7%) e a seguire gli ortaggi ( +4, 6%).

The consumption trend increased in the first quarter of 2019 and is attested by the latest Ismea study (here the complete report) on household food consumption. The research, in fact, indicates an increase in spending with the potato at the top of the list of favorite foods (+ 13.7%) and to follow the vegetables (+4, 6%).

Le verdure fresche segnano il +7,3%, mentre quelle di IV gamma il +6,6%. La frutta fresca registra invece solo un incremento lieve: +0,7%. Restano stabili gli acquisti di agrumi, cresce del 2,5% la frutta con guscio. Nel complesso, il comparto della frutta chiude il trimestre col +0,4%.

Fresh vegetables are + 7.3%, while range IV + 6.6%. Instead, fresh fruit only recorded a slight increase: + 0.7%. Citrus fruit purchases remained stable, while fruit with nuts grew by 2.5%. Overall, the fruit sector closed the quarter with + 0.4%.

 

Credit photo 1

Credit photo 2

 

Ecco cosa indicano i colori della frutta

1457536720638.jpg--

La natura ci mette a disposizione, in ogni stagione, frutta e verdura diverse e dai mille colori che ci aiutano a far fronte alle esigenze del nostro organismo.
Nature makes available to us, in every season, different fruits and vegetables and a thousand colors that help us meet the needs of our body.
Sapete perché frutta e verdura sono colorate? Il colore è determinato dalla produzione di pigmenti come la clorofilla, che dona il colore verde, o i carotenoidi, che determinano il colore giallo-arancio. Questi sono indispensabili per la crescita e lo sviluppo di tutti i vegetali perché permettono loro innescare la fotosintesi e di attirare o proteggersi dagli insetti.

Do you know why fruits and vegetables are colored? The color is determined by the production of pigments such as chlorophyll, which gives the green color, or the carotenoids, which determine the yellow-orange color. These are essential for the growth and development of all vegetables because they allow them to trigger photosynthesis and to attract or protect themselves from insects.
Rosso: licopene e antocianine Licopene e antocianine sono responsabili del colore rosso di frutta e verdura, che troviamo in pomodori, rape, ravanelli, peperoni, barbabietole, anguria, arance rosse, ciliegie, fragole.

Blu-viola: antocianine, carotenoidi, vitamina C, potassio e magnesio Appartengono al gruppo di frutta e verdura di colore blu-viola: melanzane, radicchio, fichi, frutti di bosco (lamponi, mirtilli, more, ribes), prugne e uva nera. Il colore blu-viola indica la presenza di antocianine e carotenoidi, vitamina C, potassio e magnesio.
Red: lycopene and anthocyanins Lycopene and anthocyanins are responsible for the red color of fruit and vegetables, which we find in tomatoes, turnips, radishes, peppers, beets, watermelon, red oranges, cherries, strawberries.
Non esiste nessun alimento che si possa definire “completo” e che quindi sia in grado di soddisfare da solo le nostre necessità nutritive, ma in natura nulla si trova per caso e mangiare frutta e verdura in porzioni adeguate e di colore diverso è una raccomandazione semplice da ricordare.

There is no food that can be defined as “complete” and therefore is able to satisfy our nutritional needs alone, but in nature nothing is by chance and eating fruit and vegetables in adequate portions and with different colors is a simple recommendation. to remember.

Credit photo 1

Credit photo 2

Pochi grammi giornalieri di frutta e verdura ti salvano la vita

nutrizione-e-colori

Non è retorica ma evidenza scientifica: la dieta a base di prodotti ortofrutticoli è fondamentale per preservare la nostra salute da alcuni rischi, talvolta gravissimi. Oggi sfruttiamo il nostro blog per fare informazione.

It is not rhetoric but scientific evidence: the diet based on fruit and vegetable products is fundamental to preserve our health from certain, sometimes very serious, risks. Today we use our blog to make information.

M_e3d2e716bbInformazione, badate bene, e non allarmismo. Tutti i media da giorni parlano di una importante ricerca curata dall’Università americana Tufts, secondo la quale l’insufficiente assunzione giornaliera di frutta e verdura causa ogni anno la morte di 2,8 milioni di persone per malattie cardiache e ictus.

Information, mind you, and not scaremongering. All the media for days have been talking about an important research carried out by the American University Tufts, according to which the insufficient daily intake of fruit and vegetables causes the death of 2.8 million people every year for heart disease and stroke.

Presentata di recente al congresso dell’American Society for Nutrition, la ricerca ha mostrato una chiara correlazione tra la mortalità cardiovascolare e l’assunzione di frutta e verdura. Secondo i risultati, un settimo dei decessi mondiali dovuti a malattie cardiache e ictus sarebbero strettamente legati a un ridotto consumo giornaliero di frutta, un dodicesimo delle stesse morti sarebbe invece attribuibile al basso consumo di ortaggi.
Recently presented at the American Society for Nutrition congress, the research showed a clear correlation between cardiovascular mortality and fruit and vegetable intake. According to the results, one-seventh of the world’s deaths due to heart disease and stroke would be closely linked to a reduced daily consumption of fruit, a twelfth of the same deaths would instead be attributable to low vegetable consumption.
In altre parole, mangiare abbastanza frutta e verdura riduce notevolmente il rischio di morire di malattie cardiovascolari. La dose giornaliera ottimale, secondo i ricercatori, includerebbe 300 grammi di frutti e 400 grammi di verdure, comprendendo anche tuberi e legumi.
Noi di Gullino, come azienda produttrice ed esportatrice di frutta, crediamo sia nostra responsabilità sociale informare i lettori anche rispetto ad alcune evidenze meno positive di quelle, generalmente, trattate sul blog.
We at Gullino, as a fruit producer and exporter, believe it is our social responsibility to inform our readers about some less positive evidences than those generally dealt with on the blog.
Mangiare frutta e verdura fa bene, questo è da sempre un dato di fatto.
Per maggiori informazioni sullo studio seguite questo link.
Eating fruit and vegetables is good, this has always been a fact.
For more information on the study follow this link.

 

Con il caldo cresce del 20% l’acquisto di frutta e verdura

motivo-di-frutta-con-foglie-di-menta_23-2148145052

Gli acquisti di frutta nella prima metà del mese di giugno hanno registrato un aumento di vendite del 20%.

Fruit purchases in the first half of June recorded a 20% increase in sales.

E’ questa la stima di Coldiretti sulla base dei dati degli agricoltori di Campagna Amica. Pare che il forte innalzamento delle temperature degli ultimi giorni stia inducendo all’acquisto di frutta fresca e verdure di stagione, specie per chi è in spiaggia.

This is Coldiretti’s estimate based on data from Campagna Amica farmers. It seems that the strong rise in temperatures in recent days is leading to the purchase of fresh fruit and seasonal vegetables, especially for those on the beach.

La frutta aiuta a catturare i raggi del sole ed è in grado d difendere l’organismo dalle elevate temperature e dalle scottature.

The fruit helps capture the sun’s rays and is able to defend the body from high temperatures and burns.

Per un’abbronzatura sana e naturale  la dieta più sana è quella che si basa sul consumo di cibi naturali e ricchi di vitamina A, la quale favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento, che protegge la pelle dalle scottature e le dona quel famiglia-che-ha-un-picnic-in-natura_23-2148199373classico colore scuro che a noi piace molto.

Il trend positivo dei consumi, oltre che dai cambiamenti climatici, è spinto anche dalle preferenze alimentari di giovani e meno giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola con la preferenza accordata a cibi.

The positive trend in consumption, in addition to climate change, is also driven by the food preferences of young and old who pay more and more attention to well-being at the table with the preference given to food.

Con gli stili di vita più salutistici – spiega Coldiretti – si affermano anche nuove modalità di consumo favorite anche dalla disponibilità di tecnologie casalinghe low cost, dalle centrifughe agli essiccatori che aiutano a far apprezzare cibi salutari anche ai più piccoli.

With the healthier lifestyles – explains Coldiretti – new consumption modalities are also favored, also favored by the availability of low cost home technologies, from centrifuges to dryers that help to appreciate healthy foods even for the little ones.

Credit photo

Tintarella top con frutta e verdura

mare kiwi

L’estate è alle porte e molti di noi staranno scongiurando il rischio di arrivare in spiaggia e non abbronzarsi in modo dorato ed omogeneo.

Frutta e verdura possono essere nostri alleati. Le parole d’ordine sono vitamina A, vitamina B, omega 3 mare kiwi instae tantissima acqua. Questo è il modo ideale per preparare il corpo alla tintarella che duri di più.

Una pelle che si abbronza bene è sicuramente una pelle più sana ed il kiwi è proprio l’alimento che fa al caso nostro perché ricchissimo di vitamina C.

Occhio in particolare alle carote: ne bastano 100 grammi al giorno per garantirsi 1200 microgrammi di carotene per ogni etto, le stimolare la melanina nonché proteggere la pelle dai raggi ultravioletti.

Seguono albicocche, melone e peperoni. Questi ultimi rassodano la pelle, contrastano le rughe ed hanno pochissime calore.

Buona estate con i consigli di Gullino.

Saluzzese, terra di frutta e biodiversità

_foto-1_medium

Il saluzzese è il regno delle coltivazioni frutticole che qui hanno trovato l’habitat ideale.

In questa nostra zona i terreni non hanno ristagni d’acqua, l’atmosfera è luminosa e asciutta e vi è un forte divario di temperature fra giorno e notte tale da favorire maturazione e colorazione dei frutti.

Saluzzo is the realm of fruit crops that have found the ideal habitat here.

In this area of ours the soils do not have stagnant water, the atmosphere is bright and dry and there is a 28069large difference in temperatures between day and night such as to favor ripening and coloring of the fruits.

Carlo Borda, nella sua relazione del 1881 in nome del Comizio Agrario di Saluzzo, scrive:

Carlo Borda, in his report of 1881 in the name of the Comizio Agrario di Saluzzo, writes:

Il nostro circondario gode di una meritata fama, per la squisitezza dei suoi frutti. Le castagne dei nostri monti, le pesche delle pianure saluzzesi, le mele di Bagnolo, di

Barge, di Rossana, di Costigliole e di Piasco, i fichi delle nostre colline, varie qualità di pere, le susine, le noci sono un importante commercio di esportazione.

 

Our district enjoys a well-deserved reputation, for the exquisiteness of its fruits. The chestnuts of our mountains, the peaches of the Salento plains, the apples of Bagnolo, Barge, Rossana, Costigliole and Piasco, the figs of our hills, various types of pears, plums, walnuts are an important trade in export.

La frutticoltura si è sviluppata nel tempo tanto da divenire predominante nella zona pedemontana che mela fruttetocorre dal confine con la provincia di Torino fino a Cuneo e che ha il suo centro a Saluzzo. Nei dintorni di Manta si trovano numerosissimi filari di mele mentre, se si scende verso Lagnasco, è più diffusa la coltivazione della pesca. Altri protagonisti indiscussi di questo territorio sono i kiwi, di cui si fregiano le produzioni Gullino, insieme a quelle della mela.

Fruit growing has developed over time so as to become predominant in the piedmont area that runs from the border with the province of Turin to Cuneo and that has its center in Saluzzo. In the surroundings of Manta there are numerous rows of apples while, if you go down towards Lagnasco, fishing is more widespread. Other undisputed protagonists of this territory are the kiwis, whose Gullino productions are adorned, along with those of the apple.

Nel saluzzese sono preziose e prelibate anche le “ramasin” e il “pero”.

Saluzzo si erge decisamente a patria italiana della biodiversità.

 

 

Gullino dona alla LILT il ricavato della vendita dei libri

IMG-20190515-WA0015

Nella giornata di venerdì 10 maggio è accaduto qualcosa di molto umano e speciale.

Siamo finalmente riusciti a chiudere la raccolta fondi a favore della LILT di Saluzzo, donando ad una realtà del nostro territorio ciò che abbiamo raccolto attraverso la vendita del libro “Le Avventure di Kiwito e Galita“.

Abbiamo girato in lungo e in largo fra Piemonte e Lombardia, stretto moltissime mani, allacciato nuovi rapporti e fatto felici moltissimi bambini e moltissime scuole; ciò è stato possibile grazie ai laboratori didattici, alle presentazioni del libro in librerie e festival kIWItO1d’eccezione, al sostegno delle aziende che li hanno scelti come regalo di natale per i bimbi dei propri collaboratori, alla forza dell’autore Gianluca Orrù e dell’illustratore Fijodor Benzo, che non hanno mai smesso di essere presenti in tutte le occasioni di incontro con i lettori.

Le Avventure di Kiwito e Galita è un libro magico, che apre il cuore di chi lo legge. Grazie a questo prezioso strumento ci siamo sentiti più fieri di noi stessi e del lavoro che facciamo ogni giorno. Abbiamo scosso la terra così come le ragioni che muovono i corretti stili alimentari. Per questo ora doniamo alla LILT il nostro contributo: per fare un inno alla vita, alla salute e a chi sostiene le persone nei processi di prevenzione.

La LILT di Saluzzo, nella persona del Presidente provinciale Prof. Sergio Giraudo e del Fiduciario Gianfranco Fortina, utilizzerà il fondo per la serata “ Alimentazione e corretti stili di vita” in programma martedì 28 maggio nell’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo .

 

IMG-20190515-WA0015La restante parte del contributo verrà destinata per l’attività che la LILT svolge nelle scuole:

  • informazione ed educazione alla salute: il messaggio che i volontari divulgano nelle scuole dell’infanzia e primaria. E’ proprio attraverso le istituzioni scolastiche che è possibile coinvolgere un gran numero di persone, non solo studenti, ma anche insegnanti e famiglie.
  • Prevenzione del tabagismo un progetto che la LILT porta nelle terze classi delle scuole medie di Saluzzo e Manta.

Siamo fieri di voi che lo avete scelto per la libreria dei vostri bambini. Siamo fieri di chi si adopera per promuovere la salute. Siamo fieri della nostra frutta, fonte di vita!

 

 

 

Frutta e verdura di maggio. Scopriamole insieme.

ciliegie-e-fragole-maggio

L’estate è alle porte e tutti cerchiamo di correre ai riparti, specie se l’inverno ci ha lasciato qualche chilo di troppo ed una gran fame dovuta alla noia dello stare in casa.

Un modo per affrontare in serenità questa fase c’è e si chiama frutta di stagione. Qualunque dietologo, a prescindere dalla sua scuola di pensiero, non potrà negare l’importanza di frutta e verdura nella dieta, asparagi-verdisia di mantenimento che dimagrante.

Allora scopriamo insieme la frutta di stagione del mese di maggio.

Gli asparagi, ricchi di sostanze antiossidanti e ciò li rende utili a contrastare i segni dell’invecchiamento e a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi.

Le carote, principale fonte di beta-carotene, precursore della vitamina A, ad azione antiossidante e antitumorale e benefico per la crescita cellulare, per la pelle, per il cuore e per gli occhi.

Le puntarelle, ricche di sali minerali e vitamine contengono, in particolare, vitamina A, vitamina C, calcio, potassio e fosforo. Grazie a questa ricchezza di nutrienti, possono essere considerate un alimento rimineralizzante, soprattutto se mangiate crude.

artichokes-1246858-960-720Le fave che grazie alla presenza di levodopa sono utilizzate nella terapia del Morbo di Parkinson.

I carciofi ricchi di un principio attivo, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione biliare.

Le ciliegie, depurative, diuretiche, disintossicanti e dissetanti, nonché ricche di acido malico, stimolano l’attività del fegato.

Le fragole, buone fonti di acido ellagico, che è un efficace anticancro. Sono anche rinfrescanti, diuretiche, depurative e disintossicanti. Contengono infine lo xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili di un alito cattivo.

Credit photo 1

Credit photo 2

Credit photo 3

Una farmacia per amica. Intervista alla dottoressa Girello

Senza titolo-1

Oggi incontriamo una persona molto speciale che abbiamo conosciuto nel corso di un laboratorio de “Le Avventure di Kiwito e Galita” organizzato presso la Scuola Edoardo Calandra di Murello (Cn).

Si tratta della farmacista Barbara Girello che ha scelto di rispondere a questa intervista per fare chiarezza sull’importanza rivestita dalle farmacie di fiducia nelle scelte alimentari dei nostri figli.  Continua a leggere

1 2 3 18