Tag Archivio: monviso

5 cose che non sai del kiwi

KIWI-verde-e-giallo

Noi italiani siamo il secondo Paese la mondo per produzione di kiwi. Il frutto verde, peloso e poco bello alla vista, è caratterizzato da alcune proprietà che ci aiutano a stare meglio. Molte le conosciamo già: miglior apporto di acido folico, abbattimento del mal di testa e della sonnolenza, rallentamento dell’invecchiamento della pelle ecc…

Eppure ci sono altre 5 cose davvero speciali che ancora non conoscete del kiwi. Ve le raccontiamo una ad una.

  1. Il 90% dei kiwi che consumiamo sono di provenienza italiana. Mangiare kiwi, quindi, è un buon modo per sostenere l’agricoltura del nostro territorio
  2. Ne esistono di tutti i colori, dai più piccoli ai più grandi. In effetti sui banchi possiamo trovare i kiwi a polpa gialla, quelli a polpa verde, quello a polpa rossa e quello bicolore con striature gialle e rosse oppure verdi e rosse. Inoltre incontriamo kiwi monodose da mangiare con il cucchiaino (quelli classici) e kiwi così piccoli che si divorano in un solo boccone
  3. kiwi-rosso-1300x867E’ un integratore naturale in quanto ricco di vitamine C, B1, B2, B3 e B9, di provitamina A, di calcio, ferro e proteine.
  4. E’ uno dei pochi frutti che apporta clorofilla, un pigmento vitale per la fotosintesi, che permette alle piante di ottenere energia dalla luce. La molecola della clorofilla contiene magnesio, importate per il metabolismo energetico, il sistema nervoso e quello muscolare, utile per combattere stanchezza e affaticamento.
  5. E’ un frutto furbetto. Essendo ricco di vitamina C aiuta a fissare il ferro contenuto negli alimenti: quindi è perfetto a fine pasto dopo una bistecca di vitello, un filetto di maiale, un trancio di salmone o una scaloppina di pollo. Ma c’è un altro motivo per cui il kiwi è perfetto con gli alimenti proteici: è l’unico frutto che contiene actinidina, un enzi­ma naturale che facilita la digestione delle proteine.
    Grazie all’alto contenuto di potassio, il kiwi stempera il sodio dei salumi (con cui è delizioso, provare per credere con la mortadella) e dei formaggi (è perfetto con quelli freschi e cremosi), facilitando al contempo la disponibilità delle proteine che contengono.

Gullino alla Scuola Elementare Falicetto di Verzuolo

COPERTINA 29 novembre

Non poteva mancare una nuova tappa dei nostri supereroi Kiwito e Galita, ospiti in questo mese di novembre presso la scuola Falicetto di Verzuolo il giorno 29 alle ore 11.00

Ebbene si, ancora una volta i due protagonisti de “Le Avventure di Kiwito e Galita” se la spassano ai piedi del Monviso, conoscendo bambini, ragazzi e le loro insegnanti.

Lo scopo è chiaro: sconfiggere alcuni arcinemici della salute di grandi e piccini grazie alla frutta!

L’obiettivo che si prefigge Gullino, infatti, è quello di diffondere il più possibile la conoscenza del libro per sensibilizzare tutti al maggiore consumo di frutta e verdura. Questi due alimenti “magici” sono spesso detestati da piccini ma possono essere inseriti nella loro alimentazione grazie all’ausilio di un libro di storie, con due protagonisti di rilievo come Kiwito e Galita. COPERTINA 29 novembre

L’evento ospitato dalla scuola Falicetto è riservato ai bambini iscritti e vedrà la presenza dell’autore Gianluca Orrù per autografare le copie e leggere le storie. Carola Gullino, madrina dell’evento, porterà ai bambini la merenda a base di mele a chilometro zero.

Tutti i genitori potranno acquistare una copia del libro Le Avventure di Kiwito e Galita presso la scuola. Tutto il ricavato della vendita sarà devoluto da Gullino in beneficenza alla LILT di Saluzzo, partecipando alla lotta contro i tumori.

E per i vostri regalini di Natale… fateci un pensierino! Donerete amore 2 volte!

Il libro è in vendita anche ONLINE sul sito >>> Giovani Genitori

I Gemelli Dematteis al Vertical Prologue degli Adidas Infinite Trails

Record_Monviso_Giacomo_Meneghello_2

L’Austria e i Monti Tauri aspettano i Gemelli Dematteis, campioni nella corsa di montagna e volto noto dell’agonismo piemontese.

Il prossimo weekend, dal 22 al 24 giugno, Martin e Bernard parteciperanno al Vertical Prologue degli Adidas Infinite Trails.

From 22 to 24 June, the Dematteis twins will participate in the Vertical Prologue of the Adidas Infinite Trails.

Un percorso mozzafiato di 19 km e 1500 metri in verticale, fino alla cima dello Stubnerkogel, li sta aspettando!

Record_Monviso_Giacomo_Meneghello_2They will travel 19 kilometers and 1500 meters vertically.

Il tracciato, che parte da Bad Hofgastein per poi inerpicarsi fino ad oltre 2200 metri di altitudine, sarà inaugurato dai gemelli venerdì 22 giugno alle ore 17.00.

It starts on June 22nd at 5.00pm

Noi di Gullino non smetteremo mai di seguirvi e sostenervi nella vostra lotta quotidiana per la vita e la salute!

Lo sport è l’anima della nostra esistenza.

In bocca al lupo gemelli!

Good luck to the Dematteis twins!

Troccoli al kiwi “only the brave”

spaghettikiwi

Quella che vi proponiamo oggi probabilmente è la ricetta più bizzarra degli ultimi tempi, eppure a casa nostra ha riscosso un certo successo. Si tratta di un piatto eccentrico ed originale che, se realizzato nel rispetto delle dosi da noi proposte, potrebbe dare un tocco di brio al vostro menù. Prima di conoscere ingredienti e procedimento dei troccoli al kiwi vi diamo un consiglio: servite questo piatto in piccole dosi – NO ai piattoni che potrebbero risultare indigesti!

Ed ora… only the brave!

 

Ingredienti

Difficoltà facile
Tempo di preparazione 30 minuti
Ingredienti per 2 persone
 

200 grammi di troccoli (meglio se freschi)

2 kiwi Gullino

olio evo q.b.

1/2 vasetto di yogurt greco

1 spicchio d’aglio

sale q.b.

prezzemolo q.b.

pepe q.b.

Procedimento

spaghettikiwiIn una padella larga far soffriggere l’aglio con con i kiwi precedentemente tagliato a dadini e, dopo un minuto, aggiungere il 1/2 vasetto di yogurt greco. Far cuocere il tutto 5 minuti e regolare con sale e pepe al bisogno.

Nel frattempo portare a bollore l’acqua e versare i troccoli, scolandoli al dente. Durante l’attesa frullare il kiwi rimanente fino ad ottenere una crema densa.

Una volta scolati i troccoli aggiungere la cremina di kiwi e la salsa preparata in padella. Condire con le prezzemolo e servire subito.

Buon appetito con le ricette di #Gullinofruits

Credit photo

Crostata naturale con kiwi e cocco

8bd9282e9ec489cba9a02bb2c7a03477 (1)

Oggi Gullino vi propone una ricetta ideale per ogni party!

Delicata, sana e fresca: ecco la crostata naturale e vegetariana a base di kiwi e cocco.

Ingredienti

Difficoltà media
Tempo di preparazione 50 minuti
Ingredienti per 6 persone
 

60 g. di cocco disidratato

1 limone

3 cucchiai di sciroppo di agave

1 cucchiaino di lievito vanigliato

1 vasetto di yogurt bianco

1 pizzico di sale

100 g. di zucchero di canna

3 uova

220 grammi di farina di farro

5 kiwi Gullino

Procedimento

8bd9282e9ec489cba9a02bb2c7a03477 (1)Per preparare la pasta frolla mescolate 220 g di farina di farro ad 1 cucchiaino di lievito vanigliato, unite 60 g di cocco disidratato grattugiato fine e lavorate velocemente gli ingredienti, per ridurli in briciole. Aggiungete 100 g di zucchero di canna, 3 tuorli, la scorza grattugiata di 1 limone e un pizzico di sale. Impastate, formate un panetto, avvolgetelo in pellicola e mettetelo in frigo per 30 minuti.

Dopo 30 minuti stendete la pasta frolla al cocco, trasferitela in una teglia di 26 cm di diametro foderata con carta da forno, bagnata e strizzata. Fate cuocere per circa 40 minuti a 180° con forno ventilato. Una volta cotta la frolla, attendete che si raffreddi e riempite il guscio di pasta con 250 ml di crema pasticcera che avrete preparato precedentemente. A questo punto disponete i kiwi tagliati a fettine sottili formando una raggiera o qualunque decorazione che la vostra creatività vi ispiri.

Lasciate rassodare in frigo per 2 o 3 ore e date inizio alla festa più green che ci sia!

Buona merenda con #Gullinofruits

 

Credit photo

Pasqua e pasquetta a #Saluzzo

copertina pasqua

Chi lo ha detto che nel cuneese ci si annoia? Noi no di certo e infatti vogliamo stupirvi con il programma delle iniziative che si svolgeranno nel nostro territorio nel periodo di Pasqua. Venite a trascorrere un fine settimana nella terra delle prelibatezze piemontesi e scoprirete perché la nostra frutta è così buona. Sarà l’aria che tira? ;)

Il giorno di Pasqua nella nostra Saluzzo si svolgerà l’evento “Pasqua nel segno dell’arte”, una visita guidata sul tema della passione di Cristo.  Il percorso prenderà il via dalla Castiglia, ex luogo di detenzione che permette di richiamare l’arresto di Gesù, e culminerà presso la chiesa di San Giovanni, dove numerosi sono i riferimenti alle storie pasquadella Passione. Infine si giungerà a Casa Cavassa per parlare, osservando alcune opere, di temi legati al culto delle reliquie. Scendendo verso la Cattedrale verranno approfonditi i momenti cruciali della morte e resurrezione di Gesù. La visita terminerà nella Sinagoga di Saluzzo, un piccolo gioiello di arte ebraica piemontese. Ritrovo e partenza alle ore 15,30 presso la biglietteria della Castiglia.

Il Lunedì di pasquetta la sorpresa sarà nei musei e per strada.  La visita guidata ai musei prevede un percorso che mette in luce il patrimonio artistico e culturale saluzzese, visitando i principali musei e monumenti del centro storico. La visita inizierà dalla Castiglia dove si narrerà la storia dell’edificio simbolo della città, anche guardando al paesaggio circostante. Si proseguirà alla volta della Chiesa di San Giovanni, con la visita alle splendide cappelle interne ed al chiostro, e si concluderà nella residenza nobiliare dei Cavassa, allestita a casa-museo. Nel giardino del museo i visitatori saranno accolti con una piacevole sorpresa: un sacco-merenda preparato e confezionato dalla Cooperativa Sociale Armonia Work, Progetto Agorà, per concludere al meglio una piacevole IMG_0642-702x336giornata culturale.

Invece per i più esigenti ed amanti delle cose che giungono dal passato arriva il MercAntico di Saluzzo  della Fondazione Bertoni, che regala sempre numerosi pezzi interessanti: dalla bigiotteria vintage anni ’60, ai mobili antichi restaurati, ad introvabili dischi in vinile, radio antiche e grammofoni,  passando per pezzi di modernariato dall’indubbio valore, e arrivando a vecchie stampe e fotografie d’altri tempi, libri, cartoline, fumetti, e ceramiche.  Una presenza in continua crescita di professionisti del settore, commercianti piccoli antiquari, artigiani: segno che il MercAntico di Saluzzo è riconosciuto sul territorio regionale e costituisce una piazza valida per trovare rarità, pezzi interessanti da collezione ma anche mobili e quadri.

Adesso non avrete più alcun dubbio: da noi c’è l’aria buona, il giusto calore del mese di aprile, tanta prelibatezza nel food ma anche una vita dinamica che sa di festa!

Buona Pasqua a tutti dalla famiglia Gullino.

Rimedi alla frutta contro la depressione

Senza titolo-1

La depressione è una malattia psichica che rientra nei disturbi dell’umore.

Con il termine depressione, in realtà, non ci si riferisce ad una patologia univoca ma a una serie di disturbi che presentano però alcune caratteristiche comuni: disturbi del sonno, poca attenzione e cura verso se stessi, apatia, scarso appetito e perdita di peso oppure iperfagia ed aumento del peso corporeo. Ciò che si osserva in moltissimi casi di acuzie è uno specifico comportamento alimentare che causa squilibri nutrizionali a danno dell’assunzione di frutta e verdura.

Depression involves increasing or decreasing weight, lack of appetite or great hunger, fatigue, low self-esteem and much more. Depressed people usually don’t eat fruits or vegetables.

apple-2788585_960_720Eppure vi sono alcuni frutti, come la mela ed il kiwi, noti per le proprietà naturali nel trattare la depressione. Alcuni studi hanno evidenziato come un consumo di elevate dosi di vitamina C, di cui è ricchissimo il kiwi, migliori la depressione. E difatti mangiare più frutta e verdura rilassa i nervi, aumenta la positività e il senso di felicità individuale. Invece le varie sostanze chimiche presenti nella mela, come la vitamina B, il fosforo e il potassio, aiutano la sintesi dell’acido glutammico, che controlla il consumo delle cellule del nervo.

The apple and kiwi are two fruits that are good for the fight against depression. Kiwi is good because it is rich in vitamin C. The apple is good because it is rich in vitamin B, phosphorus and potassium.

Ora non vi resta che assaggiare i nostri prodotti frutticoli ed iniziare subito a sorridere alla vita!

With Gullino smiles at life

Storytelling. Gullino si racconta con un video

DSC00037

“Il sole ama la Terra e presto in questo angolo di Paradiso nasceranno frutti meravigliosi”

E’ così che si apre il nostro storytelling video, una scelta che abbiamo fortemente voluto per il bisogno di “raccogliere i frutti” del nostro lavoro, dopo 40 anni di strada fra gli intrecci poetici e talvolta ostili delle nostre piante.

Di strada ne abbiamo fatta talmente tanta da aver sentito il bisogno di raccontare il tutto per mettere in ordine i pensieri, le idee e le energie necessarie ad andare avanti.

Ecco perché abbiamo scelto la forma dello storytelling video. Un modo più diretto per 21462317_1488891511203806_7331265983427720841_nnarrare a tutti voi la nostra voglia di continuare a coltivare la terra e far conoscere i suoi frutti in tutto il mondo.

L’uomo che rispetta la terra sa attendere il momento giusto per raccogliere, e noi di Gullino lo sappiamo bene. E’ così che coltiviamo la nostra frutta con sapienza e passione, nel totale rispetto della natura e dell’ambiente, scegliendo il biologico e il residuo zero per i nostri kiwi e le nostre mele.

Con questo video vi presentiamo i frutti che saranno sulle nostre tavole, alla base dell’alimentazione dei nostri bambini. Vi parliamo della frutta più buona, quella che  ispira la cucina e la creatività. Vi narriamo la frutta come nutrimento dei nostri cuori in piccoli momenti di piacere e di relax.

Per centrare grandi obiettivi ci vuole una grande passione.

La nostra è tutta qui

1 2 3