Tag Archivio: torino

Friday for Future

friday for future

Si parla finalmente di futuro ed ecologia. Lo si fa sugli autobus, nelle scuole, in famiglia e nelle aziende perché sembra arrivato il momento che aspettavamo da sempre: iniziare ad essere sensibili al tema ecologico.

We are finally talking about the future and ecology. It is done on buses, in schools, in the family and in companies because it seems the time has come that we have always been waiting for: to start being sensitive to the ecological theme.

La sensibilità è il fattore motivante dei grandi cambiamenti, per questo anche noi di Gullino crediamo fortemente nei #fridayforfuture, nell’importanza di scendere in piazza per parlare agli altri e mandare un messaggio forte, che vuole smuovere le coscienze e “bombardare” mediaticamente, finché la causa sarà cara a tutti.

bzona-1-90919.660x368Sensitivity is the motivating factor for big changes, that’s why we at Gullino also strongly believe in #fridayforfuture, in the importance of taking to the streets to talk to others and send a strong message, that wants to move consciences and “bomb” mediatically, until the cause is dear to everyone.

Il passo successivo sarà quello spettante ai Governi, alle multinazionali, a chi decide quotidianamente per noi, ma di una cosa siamo certi: senza la base non si va mai troppo lontano.

The next step will be that of governments, multinationals, those who decide daily for us, but we are certain of one thing: without the base, we never go too far.

Il Friday for future, noto anche come sciopero scolastico per il clima, è un movimento non violento di protesta, composto da alunni, studenti, insegnanti che decidono di non frequentare le lezioni scolastiche per partecipare a manifestazioni in cui chiedono e rivendicano azioni atte a prevenire il riscaldamento globale e il cambiamento climatico.

Greta-Thunberg-2Friday for future, also known as the climate school strike, is a non-violent protest movement, composed of students, students, teachers who decide not to attend school lessons to participate in events in which they ask and demand actions to prevent global warming and climate change.

L’organizzazione delle proteste e del movimento iniziò quando la svedese Greta Thunberg organizzò un’azione di protesta al di fuori del Riksdag (Parlamento del Regno di Svezia), con un cartello che recitava “Skolstrejk för klimatet” (Sciopero scolastico per il clima) durante l’agosto 2018.

The organization of the protests and the movement began when the Swedish Greta Thunberg organized a protest action outside the Riksdag (Parliament of the Kingdom of Sweden), with a sign that read “Skolstrejk för klimatet” (Climate school strike) during August 2018.

Il 27 settembre 2019 è stato l’ultimo FridayForFuture ed ha avuto una partecipazione mondiale. Moltissime anche le città italiane che hanno aderito, tanto da portare la nostra nazione ai vertici della classifica per partecipazione. La stessa Greta ha elogiato gli studenti e gli insegnanti che hanno sfilato nella nostra vicina città di Torino.

img800-la-sponda-degli-scienziati-afridays-for-future-143155On 27 September 2019 it was the last FridayForFuture and it had a worldwide participation. There are also many Italian cities that have joined, so as to bring our nation to the top of the ranking by participation. Greta herself praised the students and teachers who marched in our nearby city of Turin.

Aldilà dei racconti, ognuno di noi dovrebbe fare qualcosa per le cause climatiche. Differenziare e farlo correttamente non è più sufficiente. Sembrava la svolta negli anni ’90 ma non è sufficiente. Noi di Gullino ci impegniamo, ad esempio, a rendere più sostenibile la nostra azienda grazie all’installazione di impianti fotovoltaici che ci permettono di limitare le immissioni in atmosfera di CO2SO2 e NOX con un notevole risparmio dei prelievi dalla rete nazionale e conseguenti benefici per l’ambiente. Produciamo biologico e anche grazie a questa scelta tuteliamo l’ambiente.

Beyond the stories, each of us should do something about the climatic causes. Differentiating and doing it correctly is no longer enough. It seemed the turning point in the 90s but it is not enough. At Gullino we are committed, for example, to making our company more sustainable thanks to the installation of photovoltaic systems that allow us to limit emissions into the atmosphere of CO2, SO2 and NOX with a considerable saving in withdrawals from the national network and consequent benefits for the environment. We produce organic and also thanks to this choice we protect the environment.

Ma ne siamo consapevoli. Non è abbastanza.

Il nostro impegno per il futuro di tutti è quello di continuare a ripetercelo ogni giorno!

But we are aware of it. Is not enough.

Our commitment to everyone’s future is to keep repeating it to us every day!

#Fridayforfuture

Arrivano le mele piemontesi ecosostenibili e libere

mela-rossa-nel-cestino_74190-6136

Gullino dallo scorso anno ha lanciato sul mercato una nuova mela resistente alla ticchiolatura, ecosostenibile e libera, perché non appartenente ad un club varietale.

Il progetto che parla di lei prende il nome di “Mela Qui” e in esso ha creduto fortemente Giovanni Gullino, che ci racconta:

Il nome? Vuole indicare che siamo qui in Italia, con una forte identità, territoriale

giovanniPer ora le mele per l’azienda rappresentano, a seconda delle annate, tra il 30 e il 40% della produzione complessiva, ma l’obiettivo è quello di arrivare al 50% tra biologiche e convenzionali. All’interno del nuovo marchio ombrello Mela Qui rientrano le varietà resistenti alla ticchiolatura, tutte con elevato grado brix e bassa acidità. Si tratta di 5 varietà – Crispina (Crimson Crisp®), Rossana (Inored Story®), Dolcina (Fujon), Mandy (Mandy® Inolov), Dalila (Dalinette).

Gullino crede molto in questo progetto in quanto, ricorda Giovanni:

Ai produttori è piaciuta molto l’idea di coltivare queste varietà di mele perché le conoscono già solo che non sono mai state promosse a dovere, e questo è quello che faremo noi.

Le mele sono tutte coltivate in terreni situati fra le province di Torino e di Cuneo, fra i 300 e i 700 metri di altitudine.

E’ una bomba vitaminica. Ecco il nostro kiwi

frutti-di-close-up-vicino-alla-menta_23-2147801069

Sono 2 i kiwi al giorno che tutti i nutrizionisti consigliano per dare al nostro copro il giusto apporto vitaminico. E’ un frutto semplice da mangiare, immediato nel suo consumo e molto molto buono.

All nutritionists recommend eating 2 kiwis a day. The kiwi is simple to eat and very good.

Ormai l’Italia è il secondo produttore mondiale di kiwi dopo la Cina. foglie-tra-i-frutti_23-2147801067Questo frutto peloso e bruttino è una fonte inesauribile di vitamina C: due frutti ne apportano 125 milligrammi, addirittura più del fabbisogno giornaliero (che è di 85 milligrammi per le donne e di 105 milligrammi per gli uomini). La vitamina C rafforza il sistema immunitario e aiuta a difendersi anche in inverno da influenza e raffreddore.

Italy is the second largest producer in the world after China. Kiwi is an inexhaustible source of vitamin C. 2 fruits are sufficient for daily satisfaction. Vitamin C strengthens the immune system and helps to defend itself in winter from flu and cold.

Gialli o verdi che siano, i kiwi donano anche la vitamina K, che interviene nella coagulazione del sangue. Per assorbirla è necessario che viaggi insieme ai grassi, è liposolubile: se non si mangia il frutto a fine pasto, un’idea è fare colazione o merenda con pezzetti di kiwi dentro uno yogurt bianco intero oppure in una macedonia con noci o altra frutta a guscio.

Both yellow and green kiwis are rich in vitamin K. To absorb vitamin K it is necessary to eat kiwis with a fat.

 

Kiwito, Galita e le storie di paura per Halloween :)

copertina halloween

In occasione di Halloween abbiamo deciso di “regalarvi” una storia, tratta dal libro “Le Avventure di Kiwito e Galita”.

Si tratta di una storia in cui compare il fantasma dell’insonnia, prontamente sconfitto dai superpoteri del nostro kiwi e della nostra mela Gullino.

Cosa aspettate a leggerla nella notte più tenebrosa dell’anno?

Non dimenticare che per scoprire altre divertenti storie come questa puoi acquistare il libro “Le Avventure di Kiwito e Galita” anche online >>>> cliccando qui .

———-

4.1“Di notte un bambino non riesce a dormire. Come mai? Di solito gli basta chiudere gli occhi!

Sente dei rumori. La cosa gli fa paura. Forse è un fantasma? 

A volte non si riesce a dormire. Capita a tutti. Ma forse non è un problema di paura dell’uomo nero.

Il bambino si alza determinato a scoprire se i rumori sono un vero pericolo. Accende una torcia e illumina un lenzuolo fantasmoso.

Chi sei? Chiede il bambino!

Il lenzuolo non risponde, perché è solo un lenzuolo, ma il problema resta e si chiama insonnia. 

4.2Il bambino scappa verso il frigo e lo apre.

Dentro ci sono Kiwito e Galita. ‘Aiutatemi!’ chiede loro. E’ proprio un lavoro per i nostri eroi.

Infatti i kiwi e le mele sono pieni di proteine e vitamine, sostanze che aiutano a combattere l’insonnia. 

Con i loro attacchi Kiwito e Galita fanno scomparire il fantasma dell’insonnia.

Forse un bel morso prima di andare a dormire è una buona abitudine per dormire bene.”

 

Storia scritta da Gianluca Orrù ed illustrata da Fijodor Benzo

www.gullino.it

Kiwito e Galita a Terra Madre con Beba

copertina terra madre

Gullino ritorna a settembre con moltissime iniziative, tutte dedicate ai bambini, ai loro genitori e agli amanti di una sana e corretta alimentazione.

L’evento biennale più atteso dell’anno, Terra Madre Salone del Gusto, ha selezionato alcuni progetti da inserire nel suo programma e … dulcis in fundo … ci siamo anche noi.

terra-madre-con-beba (1)Dal 20 al 24 settembre i nostri supereroi Kiwito e Galita parteciperanno al Salone del Gusto a braccetto con Le fiabe di Beba, la cantastorie più amata dai bambini torinesi e non solo.
Beba con il suo gioco Tugò proporrà un percorso educativo sensoriale legato all’alimentazione.
Avrete 4 giorni per sperimentare i vostri sensi e il legame che può esserci con il cibo.
Il percorso ha una durata di un’ora e mezza e prevede varie attività legate al GIOCO GIGANTE. Ma cos’è? Solo chi parteciperà potrà scoprirlo!

Vi diamo una piccola anticipazione … nel corso del gioco Beba ci racconterà una o più storie tratte dal libro “Le avventure di Kiwito e Galita”.
Non mancherà la nostra merenda Gullino 31841467_1697350397052885_1755918025153839104_nFruits a base di frutta fresca e gustosa.

Nel corso di alcuni pomeriggi il gioco vedrà il coinvolgimento dell’autore del libro Gianluca Orrù e di una preziosa nutrizionista, pronta a dare consigli e suggerimenti a grandi e piccini.

Ecco a voi l’elenco completo di tutti gli appuntamenti settembrini!
(tutti gli incontri si attiveranno con un minimo di 7 partecipanti).
20 Settembre: 10:00-11:30 /15:30 – 17:00 / 18:00 – 19:30
21 Settembre: 10:00-11:30 /15:30 – 17:00 / 18:00 – 19:30
22 Settembre: 10:00-11:30 /15:30 – 17:00 / 18:00 – 19:30
23 Settembre: 10:00-11:30 /15:30 – 17:00 / 18:00 – 19:30
24 Settembre: 10:00-11:30 /15:30 – 17:00 / 18:00 – 19:30

tugo-beba-slow-foodGli incontri saranno ospitati dalla Scuola materna Nina Kids Bilingue in V.Boccaccio n. 59, Torino.
I percorsi su richiesta potranno essere tradotti in lingua inglese e in lingua dei segni.

Per maggiori informazioni e prenotazioni contatta i seguenti numeri:
Beba 340.95.06.264
Elisabetta 349.6432007
oppure inviare una mail alla scuola scuola@ninakids.it

 

Vi aspettiamo al Salone del Gusto di Torino!

Terra Madre sta arrivando ….

Seguite anche il nostro evento facebook 

 

Le avventure di Kiwito e Galita arrivano alla Sisport per il Salone OFF

copertina-sito-sisport

Quest’anno il Salone OFF ci apre le porte in tantissime occasioni.

Una di questa ci aspetta domenica 13 maggio, alle ore 16.00 presso la Siport di Mirafiori.
Sarà un pomeriggio dedicato a bimbi e famiglie nel corso del quale presenteremo il nostro libro “Le Avventure di Kiwito e Galita”.

L’incontro prenderà il via con una lettura animata delle storie del libro alla presenza dei genitori e dei bambini. A seguire, mentre i genitori parleranno con una nutrizionista che copertina-sito-sisportdarà loro consigli e suggerimenti sull’alimentazione dei propri figli, i bambini saranno coinvolti in un divertente laboratorio “Scopri e colora”.

Al termine, merenda gustosa e salutare offerta a tutti i bimbi.

L’ingresso è libero. Non è necessaria alcuna prenotazione!

Vi aspettiamo in tantissimi in via Olivero 40 a Torino!!!

Alla Saint Denis School per il Salone OFF arrivano i supereroi!

31902083_1731288673630754_2975256723637403648_n

Giovedì 10 maggio alle ore 16.30 Kiwito e Galita vi aspettano alla Saint Denis School per un nuovo appuntamento rientrante nella programmazione del Salone OFF.

La Saint Denis School è una scuola dell’infanzia paritaria bilingue (italiano-inglese) e primaria paritaria ad indirizzo linguistico (italiano-inglese-francese) che accoglie, in un clima sereno e familiare, bambini italiani e di numerose altre nazionalità.

31902083_1731288673630754_2975256723637403648_nE’ qui che abbiamo scelto di portare il nostro libro “Le Avventure di Kiwito e Galita” per dare un tocco di internazionalità ai nostri teneri supereroi, un kiwi ed una mela già abituati a girare il mondo grazie alla loro casa madre Gullino.

L’incontro prevede lettura animata del libro, a cura dell’autore Gianluca Orrù, e a seguire un workshop per bambini e un incontro con la nutrizionista che spiegherà a tutti i genitori presenti quanto sia importante far mangiare ai più piccoli la frutta e come stimolare in loro la curiosità!

Vi aspettiamo nella sede di via San Massimo 21 il 10 maggio alle ore 17.30!

Non mancate!

Salone OFF! Kiwito e Galita arrivano al Museo della frutta

per-sito-gullino

Continuano gli appuntamenti di Gullino al Salone Internazionale del Libro e al Salone OFF e per sabato 12 maggio stiamo preparando qualcosa di davvero interessante.

I nostri supereroi, raccolte le forze di una settimana ricca di impegni in giro per la città, non mancheranno al Museo della Frutta, alle ore 16.00 in via Pietro Giuria 15.

Il Museo della Frutta «Francesco Garnier Valletti» ospita una collezione di mille e più «frutti artificiali plastici» modellati a fine Ottocento da Francesco Garnier Valletti.

per-sito-gullinoCuore e centro del Museo è la straordinaria collezione pomologica, costituita da centinaia di varietà di mele, pere, pesche, albicocche, susine, uve, offrendo anche l’opportunità di conoscere la vita e l’opera di Francesco Garnier Valletti, (Giaveno 1808 – Torino 1889) geniale ed eccentrica figura di artigiano, artista, scienziato. Un tuffo nel passato che costituisce anche l’occasione per riflettere sul tema, attualissimo, della biodiversità.

L’incontro con Kiwito e Galita prenderà il via con una lettura animata delle storie del libro “Le Avventure di Kiwito e Galita”.

A seguire i bambini faranno un laboratorio  “Scopri e colora” con l’artista Fijodor Benzo che disegnerà dal vivo e da zero i due personaggi del libro. Al termine dell’incontro l’artista autograferà tutti i disegni.

Per gli interessati sarà possibile acquistare il libro e farlo autografare dagli autori dando un contributo alla Lega Italiana Lotta contro i Tumori della città di Saluzzo.

1 2 3 6